In Uk il gioco d’azzardo è visto come una risorsa che porta ricchezza

uk gioco azzardo porta ricchezza

Da quando è stato emesso il Decreto Dignità, con il divieto della pubblicità ai giochi ed alle scommesse, si è continuato a sostenere, in queste righe, che tutto ciò avrebbe allontanato l’interesse del mercato italiano del betting dagli interessi internazionali: infatti, ancora oggi questo provvedimento lascia gli altri Stati perplessi e curiosi nel vedere come verrà gestito questo intervento “a gamba tesa” dell’Esecutivo Giallo-Verde nei confronti di tutto il mondo del gioco d’azzardo pubblico, della sua industria e di tutto ciò che vi gravita attorno. Era evidente che ciò accadesse, poiché il gioco in altre realtà straniere non solo viene vissuto senza tensioni o falsi moralismi come succede nel nostro Paese, ma le sue risorse ed i suoi movimenti economici vengono “sfruttati” dal sociale per intervenire in settori che ne hanno necessità: primo di tutti i Paesi il Regno Unito che ha un rapporto con il gioco d’azzardo molto scorrevole, seppur alquanto controllato e regolamentato.

Nel territorio britannico, infatti, si rispetta il gioco, ed anche i casino online migliori legali, e lo si “usa” nel giusto come se fosse un qualsiasi settore commerciale o di servizi che produce ricchezza per il Paese. In Italia, purtroppo, non è così. Ma ora, in questo mare magnum di brutte notizie per il mondo del gaming e del betting, che vanno a rendere incerto il futuro di tante aziende, si vuole riferire di una delle pochissime società italiane che riesce a risvegliare interesse da parte di investitori americani che una volta, qualche tempo fa, non erano certo mosche bianche come quelle che ora si fanno “velatamente vedere” e proprio in questi periodi così “trambustati” per il nostro gioco. New Gioco Group risulta essere, quindi, una società che fa parte di una company americana, quotata nella Borsa secondaria di New York: naturalmente, l’informazione deve essere fonte di profonda soddisfazione per tutti i suoi componenti che sono riusciti “a far emergere” le peculiarità di questa italica struttura in modo da attrarre e portare a termine questa operazione americana.

E tutto è riuscito a compiersi nonostante le difficoltà politiche ed economiche dell’italico settore ludico: evidentemente, l’Italia rimane per gli operatori esteri un mercato sempre prioritario e di interesse. Pertanto, visto e considerato che questo Gruppo appare veramente una sorta di “miraggio”, si vuole raccontare un po’ di sua storia per vedere se si discosta da quella di tante altre imprese che sono, invece, in forte pericolo di chiusura. La struttura di NewGioco Group nasce come concessionario italiano e questo, onestamente, farà sempre parte del suo DNA come elemento principale, ed è forse quello che ha attratto gli investitori americani. Essere concessionario italiano, però, non è mai stato un freno e non ha mai convinto i suoi protagonisti a non guardare “oltre il limite” dei nostri italici confini e, quindi, a mercati diversi dai quali ancora oggi vi è tanto da imparare, sopratutto, nel riconoscere un “certo ruolo sociale” proprio al mondo dei giochi.

Inoltre, dai modelli diversi di business e soluzioni tecnologiche, si sono potute estrapolare idee da applicarsi nel nostro Paese e sul nostro mercato. Il primo obbiettivo raggiunto da NewGioco Group è stata la realizzazione, proprio fatta in casa, della piattaforma betting che ha permesso di perfezionare sempre di più i rapporti con i clienti e di coprirne le esigenze, sempre in crescendo, a 360°. La qualità di tale piattaforma è riconosciuta anche dai mercati esteri e sta incontrando grandissimo successo nelle varie fiere di settore: e qui si parla di eventi a San Diego, Boston, Las Vegas, Johannesburg. Non si deve dimenticare che sempre, nel business, quando si riesce a concretizzare qualcosa di indipendente ciò “paga sempre” e questa piattaforma è risultata subito vincente con obbiettivi positivi solo dopo un anno e mezzo di gestione, durante il quale sono stati triplicati i fatturati aziendali. Ma quando si vede qualcosa di buono che esce dalla mente di un Gruppo, le idee quasi inevitabilmente, si moltiplicano.

Ed allora ecco che dopo il progetto legato al betting, parte anche “qualcosa” verso il Virtual dove ci sono alcune cose interessanti in cantiere. É stata nel frattempo acquisita la software house Virtual Generation Ltd già in corso di certificazione presso l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e che si presenterà online nei prossimi mesi. Sembra che ciò che ha suscitato l’interesse, e parecchio, degli investitori americani sia stato vedere quanto questo Gruppo creda nella gestione aziendale messa in campo: “tutti insieme, dirigenza e dipendenti”. Tutti sono responsabili di qualche idea che viene “mescolata” amalgamando bene l’insieme ed è per questo che si riesce ad ottimizzare il risultato che “esce dalla mente di ciascuna delle persone che compongono il gruppo”. Questo, apparentemente, è stato il segreto che ha reso questo Gruppo appetibile: probabilmente, anche sentire con quanto entusiasmo “lavorano tutti verso un solo obbiettivo, come se fossero una sola persona”.

Insomma, questo Gruppo sembra un ingranaggio perfetto ed ognuno dei componenti diventa fondamentale per l’altro e l’insieme è indispensabile per un’azienda pulita, sicura, tecnologicamente avanzata, appetibile. C’è un ultimo obbiettivo a cui guarda, in questo momento, NewGioco Group: riguarda il bando scommesse di cui ultimamente si sta parlando, forse anche troppo, cosa che provoca molto interesse all’interno dell’azienda ed anche per ampliare la rete fisica. Ma sarà alquanto difficile far comprendere agli investitori il perché del continuo rinvio di questo bando e spiegare anche (e questa probabilmente è la parte più complicata) le problematiche che si potrebbero presentare per aprire nuovi punti su un territorio in parte “avverso” al gioco d’azzardo online. É evidente che se prima non si troverà una soluzione alla “Questione territoriale” sarà veramente un’utopia fare dei piani concreti, e sopratutto produttivi economicamente, in relazione ai bandi. Potrebbero anche essere, però, queste “barriere e questi problemi” a rendere particolarmente attiva la realtà NewGioco Group che, evidentemente, si sta muovendo sul mercato italiano diversamente da altri e per questo risulta oggi avere l’attenzione degli investitori americani. E se lo merita, visti i risultati.


Ci Mettiamo la Faccia

Giornalista Vanessa Maggi

Vanessa Maggi

Giornalista

Gioco Sicuro e Legale

Firma

TwitterFacebookPinterestInvia Email

Pubblicazione: 26 Maggio 2019 ore 12:00
Casino Recensione Visita
888Casino
888 Casino
20€ Gratis + Fino a 500€
Visita
Snai Casino
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
Visita
Betway Casino
Betway Casino
50 Giri + 500€
Visita
Leovegas Casino
Leovegas Casino
250 Giri + 1000€
Visita
GiocoDigitale Casino
Gioco Digitale Casino
370 Giri + 500€
Visita
Eurobet Casino
Eurobet Casino
30 Giri + 1005€
Visita
Bwin Casino
Bwin Casino
50 Giri + 200€
Visita
StarCasinò
StarCasinò
50 Giri + 200€
Visita
Big Casino
Big Casino
55€ Gratis + 300€
Visita
William Hill Casino
William Hill Casino
200 Giri + 1000€
Visita
Netbet Casino
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
Visita
Pokerstars Casino
Pokerstars Casino
500 Giri + 2500€
Visita
Betflag Casino
Betflag Casino
1000€ Gratis + 1000€
Visita
Casino.com
Casino.com
10€ Gratis + 500€
Visita
Unibet Casino
Unibet Casino
100% Fino a 300€
Visita

 

ADM Gioco Responsabile

Il Gioco è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza patologica

Gioca Responsabilmente