Tutte le fiere del gioco in presenza slittano a primavera

fiere del gioco vengono spostate tutte alla prossima primavera per la sicurezza sanitaria

Questa volta a decidere di spostare alcuni eventi, di qualsiasi settore si stia parlando, sono stati gli stessi organizzatori, di comune accordo con il gruppo degli espositori, e non il Governo come avvenuto lo scorso anno in piena pandemia. Allora, le fiere sono state decisamente vietate a livello istituzionale, mentre oggi si provvede “autonomamente” ad uno slittamento verso la primavera 2022, sperando appunto che in quel periodo sia finito il periodo di emergenza sanitaria come peraltro annunciato dal Governo che ha preventivato proprio quel termine, virus permettendo. Lo slittamento è stata la decisione presa da alcuni organizzatori preso atto della variante Omicron che sta nuovamente creando situazioni nelle quali risulta difficile pianificare un evento con partecipanti ed espositori che arrivano da tutto il Mondo e dove risulta primario lo spostamento tra i Paesi: ciò anche se le prenotazioni degli espositori avevano già coperto in parte considerevole gli spazi fieristici.

E non si parla soltanto di gioco d’azzardo e di casino online slot, è un accadimento e sono decisioni che riguardano tutti i settori e di genere diversi. Il fatto che, poi, sia stata una decisione “autonoma” dei vari organizzatori e non proveniente dal Governo centrale non si può certo dire che faccia fare i “salti mortali di gioia” ma almeno non si tratta di “una imposizione”. Così il 2022, in ogni caso, non si presenta molto bene a livello pandemico, ma gli addetti ai lavori parlando specificatamente di quelli del gioco, rimangono ugualmente e stranamente positivi per il proprio settore “sentendo” che questo sia davvero l’anno giusto per la rinascita economica: dunque, operatori del mondo del gioco che, nonostante questi rinnovati spostamenti, ancora riescono a vedere “il bicchiere mezzo pieno” e ritengono questo piccolo “ritardo” di un paio di mesi soltanto la “coda della pandemìa”, sperando che i loro pensieri risultino benigni e chiaroveggenti e che questo si avveri davvero.

Però, se il mondo del gioco in generale è stato uno dei settori più colpiti dall’emergenza pandemica, si è trovato senz’altro in “buona compagnia” appunto con il business delle fiere. Compagnia che si rinnova e si rafforza, quindi, anche in questo inizio del nuovo anno dove tra l’altro pare di assistere ad un”film (purtroppo) già visto in questi due anni e che davvero si sperava di aver superato. Ma, evidentemente, ancora non si è riusciti ad uscire da questa “cappa pandemica” che avvolge nuovamente tutto e tutti ed almeno in questa occasione si spera si tratti di un solo e piccolo rinvio e non di annullamento, né tanto meno di chiusure definitive. Al momento, però, serve comunque ricordare due cose: la prima che il settore degli eventi è stato il primo a chiudere, insieme a quello del gioco, e l’ultimo a riaprire ed è riuscito a “mettersi in moto” soltanto nello scorso mese di settembre, perdendo nei due anni d’emergenza circa l’80% dei ricavi.

La seconda cosa, ma sicuramente importantissima, è che i sostegni stabiliti dal Governo stanno arrivando nelle casse delle società fieristiche soltanto in queste settimane: il che mette a nudo le criticità che tali aziende hanno dovuto subire in questo lungo periodo pandemico. Ma, come gli operatori del gioco e delle scommesse, anche quelli degli eventi si sentono fiduciosi. Le fiere sono luoghi sicuri anche grazie agli interventi effettuati per mettere gli ambienti in protezione con il rispetto dei protocolli sanitari e con l’applicazione del “Super Green Pass” necessario ora per potervi accedere. Ciò trasmette fiducia nell’espositore e nel visitatore e questo dovrebbe dare spinta, quando si potranno riaprire i battenti delle fiere, ad una visione di assoluta sicurezza. Negli ultimi mesi il settore degli eventi ha potuto “respirare” aria diversa, sembrava potersi finalmente “sentire liberi” dall’emergenza e le varie aziende hanno nuovamente visto il Paese rivivere seppur con tutte le cautele possibili ed anche con una buona risposta delle varie utenze.

Si è potuto notare che molte persone preferiscono vedere applicate regole rigide per poter partecipare agli eventi piuttosto che non avere la presenza di una manifestazione: oggi, però, non si può organizzare nulla nell’immediato e per non guastare l’arrivo della primavera che notoriamente segnala momento di “rinascita in generale” serve aspettare ancora un po’ per organizzare gli eventi. D’altra parte, ormai, ci siamo tutti esercitati nell’arte della pazienza da mettere sempre più in atto, ovunque ci si sposti e di qualsiasi comparto si voglia parlare: così, proprio per una certa curiosità e per guardare anche in “casa d’altri” e non parlare esclusivamente degli eventi che riguardano il gioco, poker online compreso, facendolo apparire sempre come il più bersagliato, “ci piace” guardare anche in altri settori per vedere quali altri eventi sono stati sospesi, almeno per il momento. Partiamo comunque da due eventi internazionali di gioco che probabilmente sono stati i primi ad essere stati spostati: ICE London ed Eag Expo sempre a Londra, ma gli spostamenti non riguardano soltanto il Regno Unito.

Infatti, è slittata anche la conferenza Big Africa Summit che si sarebbe dovuta svolgere il 17-18 gennaio: rimane da capire quando si potranno posizionare i vari eventi senza il pericolo di ulteriori cambiamenti. Al di fuori dal gioco e delle app casino dove, come detto, “ci piace” curiosare le cose non vanno meglio: Milano ha già rinviato in primavera sia Bit, Borsa Italiana Turismo, che Transpotec, dedicata all’autotrasporto e la logistica e sta decidendo la sorte di HOMI, il Salone degli Stili di Vita. Mentre il Gruppo IEG, organizzatore anche di ENADA di Rimini ha spostato Sigep e VicenzaOro, mentre VeronaFiere sta convocando il CDA per assumere decisioni analoghe per Fieragricole e Progetto Fuoco, mentre Bologna sta riflettendo sulla Fiera Marca. Tutti i quartieri fieristici sono in subbuglio per cercare un punto comune tra l’Ente che organizza, gli espositori, i partecipanti e per trovare date che possano andar bene per tutti: in conseguenza tutte le filiere produttive devono riprogrammare le proprie uscite al pubblico. È davvero una grande confusione.

Data Pubblicazione: 27 Gennaio 2022 ore 18:00

SitoRecensioneLicenzaVisita
888 casino logo
888 Casino
20€ Gratis + Fino a 500€
legale aams
Visita
snai casino logo
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
betway casino logo
Betway Casino
5€ Gratis + 300€
legale aams
Visita
leovegas casino logo
Leovegas Casino
250 Giri + 1000€
legale aams
Visita
gioco digitale casino logo
Gioco Digitale Casino
370 Giri + 500€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Eurobet Casino
30 Giri + 1005€
legale aams
Visita
bwin casino logo
Bwin Casino
50 Giri + 200€
legale aams
Visita
starcasinò logo
StarCasinò
300 Giri + 200€
legale aams
Visita
big casino logo
Big Casino
55€ Gratis + 300€
legale aams
Visita
william hill casino logo
William Hill Casino
200 Giri + 1000€
legale aams
Visita
netbet casino logo
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
pokerstars casino logo
Pokerstars Casino
500 Giri + 2500€
legale aams
Visita
betflag casino logo
Betflag Casino
1000€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
casino.com logo
Casino.com
10€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
unibet casino logo
Unibet Casino
100% Fino a 300€
legale aams
Visita
voglia di vincere casino logo
Voglia di Vincere
100% Fino a 1000€
legale aams
Visita