Salvezza del Gioco: Da considerare la multicanalità

gioco azzardo italiano online aiutato dalla multicanalita

Durante e dopo l’emergenza sanitaria, ammesso che davvero il Pianeta sia uscito da questo orrendo tunnel di esperienze a volte drammatiche a livello personale e tragiche a livello economico, si è parlato spesso di quanto gli affezionati frequentatori del gioco si siano trovati in conseguenza dei vari lockdown che si sono applicati in modo “accanito” al mondo dei giochi, ad effettuare delle scelte nei confronti di questo prodotto. Non essendo più presente il gioco terrestre sul territorio i giocatori si sono trovati a confrontarsi, alcuni addirittura per la prima volta, con l’online e da qui sono partite ancora più agguerrite le riflessioni di quanto sarebbe stato indispensabile pensare ad un futuro del settore ludico “omnicomprensivo”, per usare un termine legale. O più propriamente chiamata multicanalità nel gioco ed opzione che offre le due alternative del prodotto, e che consente al giocatore di cimentarsi come meglio preferisce. Tutto divenuto indispensabile per i produttori di giochi se non vogliono essere tagliati fuori dal mercato.

Serve questa forse lunga premessa per avvicinarci mentalmente all’evento della scorsa settimana di ENADA, Fiera del settore che vuole proporre proprio la tematica della multicanalità anche se ne sta parlando e scrivendo da molto tempo. È senza dubbio un argomento che tiene già banco da un po’ attraverso dibattiti e sopratutto approfondimenti per stabilire quelle strategie utili ad integrazioni e possibili sviluppi delle imprese che si occupano del gioco pubblico, compresi i migliori siti nuovi di casino online, che si trova a confrontarsi con le sfide che il tempo attuale gli sta sottoponendo. Mai come ora, però dopo l’esperienza pandemica questo argomento ha assunto un ruolo importante ed attuale: è proprio la conseguenza della pandemìa, e quindi i lunghi lockdown che sono toccati a tutte le figure del Pianeta che ha (quasi) inavvertitamente causato questo sviluppo del gioco ed il suo “sdoppiamento” tra fisico e l’online. Lockdown che hanno condizionato il modo di vivere ed anche di intrattenersi di tantissime persone.

Tra le quali naturalmente spiccano i frequentatori assidui del gioco d’azzardo che avevano un “punto fermo” e di ritrovo nelle sale e che durante i lockdown più che prolungati hanno optato per scelte alternative. Almeno per riuscire a mantenere il gioco come divertimento e, per farlo da casa, è stato indiscutibilmente normale proiettarsi verso il gioco a distanza, anche se quest’ultimo non offre le sensazioni che offre quello fisico. Ma a tutto ci si abitua e, quindi, ecco esplodere le scelte su tutti i giochi d’azzardo online nei vari comparti e con le varie offerte “che non si possono perdere”. Da questa esperienza è fortemente iniziato il processo di integrazione tra gioco fisico ed online spingendo verso questa variazione che pare essere divenuta oggi una vera e propria necessità. Tutto questo pone inevitabilmente una domanda pratica sul “come” concretamente un operatore del gioco deve avviare strategie in ottica della multicanalità. Quali possono diventare le problematiche per questa sfida che aspetta chi si occupa di gioco?

Cosa potrà mai fare un addetto ai lavori di una piccola o media impresa per restare “attaccato” al mercato e non farsi superare da questa evoluzione? A queste e tante altre risposte forse daranno soddisfazione gli esperti che si sono presentati all’ENADA di Rimini insieme ai veri protagonisti e gestori del gioco che operano sul nostro italico mercato presentando le proprie esperienze che possono essere senza dubbio utili per chi ancora questo tipo di esperienza non è riuscita a viverla praticamente. D’altra parte non serve ricordare che ad ENADA si sono sempre presentate novità: prodotti e programmi per il futuro che aspettava il gioco, scommesse online comprese, e mai come quest’anno ci sono state novità proprio a livello strutturale e di investimenti per coloro che volessero aprirsi al nuovo mercato della multicanalità che oggi non sembra più così lontano nel tempo, ma che sta diventando una realtà con la quale confrontarsi. Ciò potrebbe rappresentare ancora qualche rischio a livello di investimenti e servirà essere cauti anche per il periodo “disastroso economicamente” che le imprese del gioco hanno passato durante l’emergenza pandemica.

Comunque, il primo appuntamento che si è svolto la scorsa settimana all’apertura della Fiera è stato un incontro dal titolo: “La sfida dell’integrazione: multicanalità a misura di gestore” e questo sta senz’altro a significare l’importanza dello sviluppo di questo “programma” all’interno del settore. Evidentemente è un “futuro” che è alle porte se risveglia un appuntamento così mirato proprio il primo giorno dell’evento fieristico. Chi ha partecipato a questo appuntamento sono stati i personaggi più rappresentativi del mondo ludico: Microgame StreetWeb, Nazionale Elettronica, Global Starnet e GiocondaBet ed è subito apparsa un’occasione davvero unica per scoprire come affrontare la sfida enorme che si dovrà affrontare per avvicinarsi alla multicanalità. Una strategia che sarà indispensabile per tutti anche se il settore dei giochi, siti di casino con bonus compresi, esce da un periodo “funesto economicamente”: ma forse proprio per questo “è destinato” ad accettare la sfida anche in vista dei futuri prossimi sviluppi del gioco pubblico, la nascita del suo riordino nazionale e le prossime gare per il rinnovo delle concessioni.

Bisognerà vedere se gli operatori, già provati da un lungo periodo di assenza dal mercato e dagli incassi, si sentiranno disposti ad investire nuovamente su di un affare certo, ma che presenta nonostante tutto ancora lati sconosciuti o comunque che destano qualche perplessità. D’accordo che il gioco ed il poker, nonostante l’esperienza pandemica che ha lasciato strascichi “importanti”, vuole sempre essere ottimista e vedere il solito bicchiere mezzo pieno, ma proprio per questo le reazioni degli addetti ai lavori saranno quelle di rischiare in un nuovo “mondo multicanale” che sarà maggiormente gradito ai suoi affezionati utenti. Ormai le loro esigenze si sono “affinate e sono diventate parecchio sofisticate”: i lockdown hanno anche contribuito a questo con il tanto tempo a disposizione per andare a ricercare qualcosa di nuovo che potesse “smuovere le menti” che in quel momento erano troppo concentrate su ciò che stava accadendo al mondo intero. Il settore, quindi, non può esimersi dal mettersi in gioco ed offrire il massimo possibile al proprio nuovo popolo di giocatori.

Pubblicazione: 9 Ottobre 2021 ore 18:00

Casino Recensione Visita
888Casino
888 Casino
20€ Gratis + Fino a 500€
Visita
Snai Casino
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
Visita
Betway Casino
Betway Casino
5€ Gratis + 300€
Visita
Leovegas Casino
Leovegas Casino
250 Giri + 1000€
Visita
GiocoDigitale Casino
Gioco Digitale Casino
370 Giri + 500€
Visita
Eurobet Casino
Eurobet Casino
30 Giri + 1005€
Visita
Bwin Casino
Bwin Casino
50 Giri + 200€
Visita
StarCasinò
StarCasinò
50 Giri + 200€
Visita
Big Casino
Big Casino
55€ Gratis + 300€
Visita
William Hill Casino
William Hill Casino
200 Giri + 1000€
Visita
Netbet Casino
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
Visita
Pokerstars Casino
Pokerstars Casino
500 Giri + 2500€
Visita
Betflag Casino
Betflag Casino
1000€ Gratis + 1000€
Visita
Casino.com
Casino.com
10€ Gratis + 500€
Visita
Unibet Casino
Unibet Casino
100% Fino a 300€
Visita
Voglia di Vincere Casino
Voglia di Vincere
100% Fino a 1000€
Visita

 

ADM Gioco Responsabile

Il Gioco è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza patologica

Gioca Responsabilmente