Sale LAN: Si va verso il riconoscimento nel TULPS

si va verso il riconoscimento ufficiale delle sale lan di gioco nel famigerato tulps

Dopo il temporale mediatico ed istituzionale che l’accesso alle Sale Lan, non ai migliori siti italiani di casino online legali, ed i successivi sequestri effettuati da parte dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli hanno scatenato, sembra comparire una sorta di “arcobaleno” nel cielo delle istituzioni e nel mondo del puro intrattenimento che in quel momento si era sentito veramente “preso di mira” con quegli stessi accessi e sequestri che sono stati vissuti nell’immediato, in quel preciso momento, come una sorta di “sopraffazione” da parte delle istituzioni. Immediatamente, il comparto da quell’atteggiamento ha voluto prendere le dovute distanze, continuando a ribadire che PC e consolle, le apparecchiature sequestrate nelle sale, erano da ritenersi attrezzature che si possono trovare in tutte le case e non sono certamente apparecchi che si possono collegare al gioco d’azzardo. In ogni caso, le Sale Lan oggetto di tanta solerte attenzione, hanno passato “un brutto quarto d’ora” come è consuetudine affermare ed hanno atteso con una certa apprensione un augurabile passo indietro.

Cosa che è stata effettuata a posteriori dall’Agenzia con il dissequestro di ciò che era stato oggetto di tante discussioni ed interpretazioni a tal punto da essere considerate una sorta di “terremoto” nel mondo dei giochi. In effetti, in questi giorni sono arrivati proprio i primi dissequestri nelle Sale Lan in quel di Bergamo, teatro del fare dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, e ci si aspetta anche una comunicazione “repentina” di nuove regole che potrebbero essere applicate specificatamente per le già richiamate Sale Lan. Ciò che gli addetti ai lavori si aspettano (e non solo da ora, ma bensì da parecchio tempo) è l’inserimento di un comma che faccia riferimento specifico all’interno del TULPS agli apparecchi installati in queste sale giochi: e si spera fortemente che l’Agenzia accolga questi “desiderata” da parte dell’amusement che mai come in questi ultime settimane si trova al centro di diatribe concitate che lo stesso comparto ritiene decisamente assurde.

Nel frattempo che si possa davvero assistere ad un concreto passo in avanti, i gestori delle Sale Lan ed alcuni diversi rappresentanti del mondo degli e-Sports, insieme ai funzionari di ADM , si sono incontrati per raccogliere i vari punti di vista dei soggetti coinvolti circa una possibile soluzione a questa diatriba in modo che si possa consentire alle Sale Lan di continuare ad operare commercialmente al momento della loro riapertura al pubblico, dopo i sequestri di aprile. E’ stato un incontro che ha fatto emergere le “falle dell’attuale normativa” sopratutto una, quella che si ritiene la più importante: in pratica, oggi le Sale Lan non sono citate né assimilate ad alcuno degli altri apparecchi che appartengono al settore del puro intrattenimento che invece oggi sono già regolamentati. Bene o male che sia, però hanno delle regole, mentre le Sale Lan sembra proprio che siano una sorta di “spirito libero” senza alcuna disciplina e questo, come dimostrato dai fatti più recenti, non è sicuramente una cosa positiva, visto che presta il fianco ad interpretazioni errate.

I suggerimenti sottoposti dai gestori di tali punti di gioco sembrano essere stati presi in considerazione da ADM e questo per gli addetti ai lavori risulta essere importante ed un atteggiamento che palesa la voglia di collaborare e la sintonia che si riesce a percepire con l’Agenzia che desidera che il gioco si sviluppi nel modo più sereno e tranquillo possibile. Sia per gli stessi operatori che per la giovane utenza che frequenta questi luoghi ludici, appunto le Sale Lan. E’ del tutto superfluo sottolineare che le Sale Lan, ma anche tutto il resto del puro intrattenimento, attenda una soluzione anche temporanea ma che almeno si estenda sino alla fine dell’anno corrente per dare modo di lavorare in tranquillità in modo particolare nel periodo estivo. In effetti, l’estate che si avvicina potrebbe “rimpolpare” economicamente il settore del puro divertimento che ha subito danni davvero importanti nel periodo emergenziale che ha falcidiato, in ogni caso, tutto il gioco in generale.

Come già evidenziato più sopra la proposta cui il comparto tiene di più è una modifica del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, TULPS, che comprenda l’inserimento di un comma specifico indirizzato proprio alle Sale Lan rendendo così trasparente la loro regolamentazione, in modo da non trovarsi ancora una volta in balìa di eventuali accessi e sequestri da parte dell’Agenzia e neppure di interpretazioni da parte della “concorrenza” portata a pensare che le dette Sale siano “irregolari”. Nel frattempo, nell’incontro si è anche parlato dell’argomento e-Sports e del loro percorso con il Coni sugli sport virtuali: in modo particolare si sono ascoltate anche delle idee esposte in netto contrasto nel considerare i videogame, prodotti di intrattenimento, come degli sport. Anche l’argomento degli spettacoli viaggianti è stato in discussione ed al momento sono in corso “trattative” con i vari Comuni per capire meglio come gestire questa situazione almeno sino al 31 dicembre prossimo.

Nel frattempo si attendono ancora delucidazioni sull’omologazione degli apparecchi comma 7, senza vincita in danaro, che attualmente sono equiparati alla stregua delle apparecchiature comma 6, quindi di apparecchi utilizzati per il gioco d’azzardo, situazione dalla quale l’amusement vuole decisamente “distanziarsi”: ma per il momento ancora non vi sono stati provvedimenti che, una volta per tutte, stabiliscano questa divisione che appare doverosa e che potrebbe mettere fine alle incertezze sopratutto anche delle sale FEC. Di fatto, in questi luoghi, come ben si sa, viene offerto il puro e sano intrattenimento alle famiglie: genitori, nonni e ragazzi, che si vogliono divertire una volta tanto insieme ed intendono trascorrere qualche ora insieme condividendo magari l’interesse per questi giochi tanto cari ai giovani ed ai giovanissimi e sale dove sicuramente non si offre il gioco d’azzardo come tanti, purtroppo, continuano a sottintendere. E lasciando perdere per una volta il parere dei perenni detrattori che anche in queste sale vedono l’immoralità del gioco e la spinta ai ragazzi verso la dipendenza da gioco d’azzardo problematico.

Pubblicazione: 27 Giugno 2022 ore 18:00

Casino Recensione Visita
888Casino
888 Casino
20€ Gratis + Fino a 500€
Visita
Snai Casino
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
Visita
Betway Casino
Betway Casino
5€ Gratis + 300€
Visita
Leovegas Casino
Leovegas Casino
250 Giri + 1000€
Visita
GiocoDigitale Casino
Gioco Digitale Casino
370 Giri + 500€
Visita
Eurobet Casino
Eurobet Casino
30 Giri + 1005€
Visita
Bwin Casino
Bwin Casino
50 Giri + 200€
Visita
StarCasinò
StarCasinò
50 Giri + 200€
Visita
Big Casino
Big Casino
55€ Gratis + 300€
Visita
William Hill Casino
William Hill Casino
200 Giri + 1000€
Visita
Netbet Casino
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
Visita
Pokerstars Casino
Pokerstars Casino
500 Giri + 2500€
Visita
Betflag Casino
Betflag Casino
1000€ Gratis + 1000€
Visita
Casino.com
Casino.com
10€ Gratis + 500€
Visita
Unibet Casino
Unibet Casino
100% Fino a 300€
Visita
Voglia di Vincere Casino
Voglia di Vincere
100% Fino a 1000€
Visita

 

ADM Gioco Responsabile

Il Gioco è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza patologica

Gioca Responsabilmente