Nasce AIGEG per tutelare al meglio il gioco nelle sale Lan

nasce aigeg che deve combattare per i diritti del gioco nelle sale lan e contro i soprusi delle istituzioni

Non c’è dubbio che il polverone nato nelle scorse settimane a causa di alcuni interventi nella provincia di Bergamo da parte dei funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli che avevano provveduto ad accedere ad alcune Sale Lan, e poi passati addirittura al sequestro di alcuni apparecchi presenti in diversi esercizi aperti al pubblico e che al momento erano stati ritenuti “irregolari” avrebbe avuto inevitabilmente delle conseguenze.

E non solo pratiche concretizzatesi in una “alzata di scudi” da parte degli stessi esercenti ed addetti ai lavori, ma anche da parte della politica che si era schierata, una volta tanto ed inaspettatamente, a favore del gioco , qui non c’entrano i migliori siti legali italiani di casino con slot machine, sostenendo che questo atteggiamento prevaricatorio di ADM andava a punire il gioco di puro intrattenimento mentre “si lasciava lavorare in pace” (ovviamente secondo il loro parere poiché non sembra davvero la realtà) il gioco con vincita in danaro che poteva creare delle dipendenze: mentre quello senza alcuna vincita decisamente no.

Non è ancora terminata l’eco di questi accessi e di questi sequestri, ma c’è stata una presa di posizione da parte dei gestori di queste “Sale Lan”: ed ecco perché qui ora si vuole “raccontare” cosa è accaduto praticamente.

Dunque, di fatto, dopo il blitz di ADM da parte delle aziende coinvolte è stata pensata e costituita l’AIGEG, Associazione Italiana Gestori Esports e Gaming, che è ancora con “lavori in corso aperti”, ma manca davvero poco affinché la apposizione della firma del notaio metta tutto nero su bianco e che questa organizzazione si posizioni per difendere tutte le imprese che gravitano attorno agli esports ed ai giochi digitali sportivi: insomma a breve AIGEG inizierà ad operare a difesa di tutte le Sale Lan che si sentono “minacciate” da eventuali ulteriori accessi da parte di ADM, ma anche dalle istituzioni che non stanno prendendo in carico una normativa specifica per questo comparto che sta ingrandendosi sempre di più, seppur lentamente, ma con tanta determinazione.

Così le due realtà lombarde coinvolte negli accessi e nei sequestri di ADM, una con sede a Milano e l’altra a Bergamo, che operano in questo campo seppur in aperta competizione commerciale tra loro, hanno deciso alla fine di aprile di unire i propri destini per “combattere fianco a fianco” nei confronti di qualsiasi attacco alle loro Sale Lan.

Quindi, Drako di Milano e Ak Informativa di Bergamo hanno fuso i loro pensieri e concetti aziendali per agire “come un sol uomo” qualora si dovessero mai presentare altre contestazioni relative alle loro attività ed a quello che si svolge nelle ormai arcinote Sale Lan.

Argomenti che hanno monopolizzato in modo abbastanza altisonante l’attenzione sia della politica, che dei media, che anche dell’opinione pubblica e per tutta questa “risonanza” è stata fatta nascere questa Associazione, ovviamente senza fine di lucro, che avrà il compito di assorbire qualsiasi iniziativa istituzionale venga messa in campo per contrastare le attività svolte nelle più volte citate Sale Lan.

Senza dubbio, infatti, il fare dell’Agenzia mediante il sequestro di quattro attività ha creato preoccupazioni ai destinatari di tale provvedimento, ma sopratutto ha fatto riflettere sul fatto “che la cosa avrebbe anche potuto non fermarsi lì” ed avrebbe potuto coinvolgere di conseguenza altre “consorelle”, portando via tantissimo tempo agli stessi operatori, tanto danaro per la chiusura degli esercizi e procurato parecchi grattacapi per dover controbattere alle varie sanzioni elevate che non si ritenevano giuste.

I due rappresentanti delle società coinvolte si sono parlati ed hanno pensato di creare un fronte comune perché convinti, sopra ogni altra cosa, che fosse necessario dare voce alle tante realtà simili a quelle in questione e che avrebbero potuto essere coinvolte dallo stesso atteggiamento e dalle stesse sanzioni anche se queste Sale Lan che sono molto presenti sul territorio, fino ad ora non avevano avuto problematiche di alcun tipo.

Però, purtroppo, si teme che quando se ne inizia a controllare una, automaticamente, si presume che verranno “toccate” tutte le altre.

Anche perché si tratta di un “argomento (sufficientemente) nuovo” nel mondo dei giochi che ha procurato comunque davvero parecchio polverone e, sopratutto, l’intervento della politica cosa che nessuno si sarebbe mai aspettato.

Proprio per affrontare questo possibile “futuro tormentato” delle Sale Lan, l’Associazione sarà il punto di loro riferimento per la parte normativa anche se attualmente si è trovato un escamotage, ma a breve si dovrà senz’altro affrontare e definire una strada percorribile che metta al sicuro l’intero comparto. Ed anche per non far trovare, magari tra un anno, centinaia di medesime attività nella condizione di essere considerate illegali: perché così non è affatto.

Meno male che dopo quel blitz scioccante di ADM è potuto organizzarsi un incontro tra i titolari delle Sale Lan coinvolte con i vertici dell’Agenzia che si sono dimostrati estremamente disponibili, nonché persone predisposte al colloquio per trovare una soluzione che potesse tranquillizzare l’insieme del mondo delle Sale Lan che in Italia ad oggi sono circa 250.

E’ ovvio che imprenditorialmente sono incontri che portano via tanto tempo ed è proprio a seguito di quell’incontro con ADM che è nata l’idea dell’Associazione che potesse intervenire per queste cose burocratiche e lunghissime per evitare di togliere davvero tanto tempo alle attività in campo che hanno bisogno di essere seguite costantemente e praticamente in modo quotidiano.

Quindi AIGEG dovrà fronteggiare le varie problematiche che andranno forse a crearsi essendo come detto “nuovo argomento di discussione”, facendo sentire la voce delle Sale Lan, anche e sopratutto nei confronti delle istituzioni, ma anche della politica ed ovviamente dei media che hanno fatto da cassa di risonanza per i sequestri.

L’Associazione sarà dotata di una segreteria e di un Presidente nonché di una struttura per la quale ovviamente è già stato stanziato il relativo budget: e l’obbiettivo sarà esclusivamente quello di essere “un faro” per le attività delle Sale Lan tenendosi aggiornata sulla normativa che andrà a formarsi e con la conseguente marea di documenti che i gestori delle attività dovranno affrontare per poter operare in regola sul territorio e “senza paura”.


Ci Mettiamo la Faccia

Giornalista Vanessa Maggi

Vanessa Maggi

Giornalista

Gioco Sicuro e Legale

Firma

TwitterFacebookPinterestInvia Email

Pubblicazione: 19 Luglio 2022 ore 18:00
Casino Recensione Visita
888Casino
888 Casino
20€ Gratis + Fino a 500€
Visita
Snai Casino
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
Visita
Betway Casino
Betway Casino
50 Giri + 500€
Visita
Leovegas Casino
Leovegas Casino
250 Giri + 1000€
Visita
GiocoDigitale Casino
Gioco Digitale Casino
370 Giri + 500€
Visita
Eurobet Casino
Eurobet Casino
30 Giri + 1005€
Visita
Bwin Casino
Bwin Casino
50 Giri + 200€
Visita
StarCasinò
StarCasinò
50 Giri + 200€
Visita
Big Casino
Big Casino
55€ Gratis + 300€
Visita
William Hill Casino
William Hill Casino
200 Giri + 1000€
Visita
Netbet Casino
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
Visita
Pokerstars Casino
Pokerstars Casino
500 Giri + 2500€
Visita
Betflag Casino
Betflag Casino
1000€ Gratis + 1000€
Visita
Casino.com
Casino.com
10€ Gratis + 500€
Visita
Unibet Casino
Unibet Casino
100% Fino a 300€
Visita

 

ADM Gioco Responsabile

Il Gioco è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza patologica

Gioca Responsabilmente