Intrattenimento: Ci piace parlare di cavalli e della loro tutela

tutela dei cavalli e non solo schiavi delle scommesse ippiche per una volta

Sì, risponde a verità: “ci piace” oggi parlare di cavalli e della loro tutela. Chi scrive solitamente intrattiene chi ancora ci legge sul gioco d’azzardo, compresi i siti migliori di casino con slot, e sulle problematiche che lo affliggono tutt’oggi: ma nonostante questo impegno serio e professionale non si può evitare ogni tanto di spendere qualche riga anche a favore dell’ippica, ma particolarmente dei suoi stupendi esemplari. La vita e la salute dei quali, a volte, non arrivano a sollecitare e coinvolgere, come riesce a fare il gioco d’azzardo, l’attenzione dei media e dell’opinione pubblica e tanto meno a far parlare di sé, essendo forse un mondo che non “produce” gli stessi introiti per le casse erariali di quelli che raccoglie lo stesso gioco, nonostante le sue varie contestazioni e demonizzazioni. Quindi, oggi si vuole “trasgredire” al nostro compito lavorativo e si intende parlare di una pronuncia del TAR, emessa questa volta a favore dei cavalli, seppur non di quelli delle corse che hanno magari un richiamo particolare per la loro straordinaria bellezza, fama e per la loro bravura.

Dunque, oggi si vuole parlare di quei cavalli che a Roma trascinano le famigerate “botticelle” per i turisti o magari per gli innamorati o per gli sposi che vogliono deliziarsi con questo intrattenimento. Per fare un po’ di storia di questa faccenda serve senza dubbio ricordare che qualche settimana fa è stata emessa un’ordinanza ad opera del Comune di Roma Capitale che aveva fissato il 15 settembre 2022 quale termine del divieto di circolazione delle “botticelle” nelle giornate caratterizzate da ondate di calore di livello 2 e 3: con l’applicazione dell’astensione dell’orario dalle ore 11 alle ore 18 per la tutela della salute e del benessere dei cavalli. Divieto che, naturalmente, aveva da un lato soddisfatto gli animalisti sempre schierati a gran voce a favore di questi esemplari, ma dall’altro aveva fatto insorgere i vetturini che evidentemente non badavano molto al benessere dei propri cavalli, ma che risultavano di certo spaventati dalla possibilità di “un non guadagno” in un periodo assai difficile per tutti a livello economico.

E pensando anche che il periodo estivo è quello più interessante a livello turistico per coloro che apprezzano questo tipo di “trasporto” e quindi senza dubbio il periodo più redditizio per un’attività che già per sé stessa si può svolgere soltanto in un numero di mesi alquanto limitato. Ma, se gli animalisti avevano esultato, i vetturini invece si erano schierati contro il Comune di Roma che già non ha tante categorie a proprio favore per i tanti disservizi che si notano in quella realtà territoriale. Così si era aperto un contenzioso presentato dagli stessi vetturini romani al Tribunale Amministrativo del Lazio con l’impugnazione dell’ordinanza e la contestuale richiesta di misure cautelari sino alla convocazione della Camera di Consiglio fissata per il prossimo 4 agosto. Ebbene, sicuramente i vetturini non si aspettavano una tale risposta da parte dei Giudici aditi e si sono trovati con una pronuncia del TAR che ha respinto innanzi tutto la domanda di applicazione delle misure cautelari e pure la sospensiva di quanto prescritto nell’ordinanza del Sindaco di Roma.

Il TAR, infatti, confermando decisamente la validità dei criteri enunciati che hanno motivato i divieti disposti a tutela della salute e del benessere dei cavalli ha sottolineato che gli stessi criteri si sono basati sulle recenti ricerche effettuate dall’Istituto Superiore per la Protezione e la ricerca ambientale, ISPRA, sul fenomeno delle isole di calore cui la città di Roma è particolarmente soggetta. Inoltre, i Giudici di quel TAR aggiungevano ulteriori parametri a quelli applicati alla temperatura, quali per esempio il tasso di umidità, la ventilazione ed il calore dei raggi del sole in particolare proprio negli orari, dalle h.11 alle h.18, indicati nella stessa ordinanza del Sindaco. Tale pronuncia ha trovato il supporto del parere positivo anche della politica che si è dichiarata assolutamente soddisfatta della risposta del Giudici del TAR che ha dato ragione all’Amministrazione di Roma Capitale che ha inteso, proprio con quell’ordinanza, mettere dinanzi a tutto la priorità del benessere e delle esigenze dei cavalli.

Risulta insostenibile, infatti, mettere a rischio la salute degli stessi cavalli con le temperature estremamente elevate solo a scopo di lucro: così, la sentenza del TAR, come la sensibilità esposta dal Comune di Roma, rappresentano un segnale veramente importante della giustizia amministrativa che onestamente può lasciare bene sperare per il futuro e per intravedere una normativa specifica per “questo mondo equestre”. Si spera, infatti, nella possibilità di una futuribile regolamentazione trasparente e ben articolata che, una volta per tutte, disciplini l’attività di tutte le “botticelle” che passeggiano per Roma con il compito di intrattenere cittadini e turisti: ma che a volte con la loro attività, se non ben congegnata e regolamentata, mette a repentaglio la vita stessa dei cavalli. E questa forma di intrattenimento, se deve continuare ad esistere in quanto senz’altro rappresenta un attrattivo “mondo turistico”, dovrà essere ben regolamentata guardando innanzi tutto e con priorità assoluta alla salute dei cavalli che, purtroppo, è stata spesso non salvaguardata.

L’Amministrazione si impegna a presentare una modifica definitiva del regolamento sulle “botticelle” che veda, quindi, come obbiettivo primario la tutela della salute dei cavalli in modo che non si debba ricorrere ogni anno ad intervenire con un’ordinanza specifica: serve decisamente una legge per questa attività che può anche considerarsi coreografica, ma che deve sopratutto guardare alla salute ed al benessere degli animali, fatti salvi gli interessi economici dei vetturini che andranno sostenuti dal Governo centrale con una forma di aiuto e di supporto per sopperire alle lunghe ore di astensione dal loro lavoro. Quindi, si può senz’altro affermare che esiste tanta carne al fuoco anche per questo settore turistico e di intrattenimento che ovviamente nella città di Roma è molto sentito: sono attività che si trascinano “dagli anni che furono”, magari da padre in figlio, e che sono state oggi particolare oggetto di interesse, finalmente, nei confronti dei cavalli e non di chi intende speculare su di una situazione “diciamo scomoda” e pericolosa per gli stessi animali.

Data Pubblicazione: 4 Agosto 2022 ore 18:00

Casino Recensione Visita
888Casino
888 Casino
20€ Gratis + Fino a 500€
Visita
Snai Casino
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
Visita
Betway Casino
Betway Casino
5€ Gratis + 300€
Visita
Leovegas Casino
Leovegas Casino
250 Giri + 1000€
Visita
GiocoDigitale Casino
Gioco Digitale Casino
370 Giri + 500€
Visita
Eurobet Casino
Eurobet Casino
30 Giri + 1005€
Visita
Bwin Casino
Bwin Casino
50 Giri + 200€
Visita
StarCasinò
StarCasinò
50 Giri + 200€
Visita
Big Casino
Big Casino
55€ Gratis + 300€
Visita
William Hill Casino
William Hill Casino
200 Giri + 1000€
Visita
Netbet Casino
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
Visita
Pokerstars Casino
Pokerstars Casino
500 Giri + 2500€
Visita
Betflag Casino
Betflag Casino
1000€ Gratis + 1000€
Visita
Casino.com
Casino.com
10€ Gratis + 500€
Visita
Unibet Casino
Unibet Casino
100% Fino a 300€
Visita
Voglia di Vincere Casino
Voglia di Vincere
100% Fino a 1000€
Visita

 

ADM Gioco Responsabile

Il gioco è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza patologica

Gioca Responsabilmente