Germania: La legge sul gioco rischia di favorire quello illegale

legge tedesca gioco illegale

Più e più volte si è scritto che, evidentemente, è davvero difficile mettere nero su bianco una Legge sul Gioco e sui migliori casino che sia completa, soddisfacente, e che tuteli tutti coloro che vi si rivolgono. Quasi tutti i Paesi sono alle prese con il fenomeno del gioco d’azzardo che se accontenta qualcuno con la sua presenza e con i suoi prodotti, non vi è ombra di dubbio che “faccia male” ad altri che non vi si avvicinano con le dovute cautele, con responsabilità e consapevolezza. I Regolatori stanno cercando di andare incontro all’evoluzione che pervade quasi ininterrottamente il mondo dei giochi: stanno cercando di fare del loro meglio, ma a volte non riescono a prevedere tutte le situazioni che, poi, inevitabilmente si presentano e che non si risolvono se non a mezzo di ricorsi alle Autorità Amministrative o Giudiziarie di questo o di quel Paese. Cosa che avviene anche nel nostro Paese dove, chi ama il gioco d’azzardo sa, la sua regolamentazione non è troppo trasparente e facilmente applicabile: né tanto meno le sue norme restrittive sono sopportabili per tutta l’industria italica del gioco.

Ma in queste righe, si vuole parlare della Legge Federale Tedesca che, special modo per il segmento delle scommesse e del poker online, potrebbe mettere secondo il parere di alcuni esperti, i bastoni tra le ruote all’operatività delle attività commerciali od imprenditoriali, arrivando addirittura a favorire il gioco illecito. Cosa che, indubbiamente, tutti i Paesi temono: la salvaguardia dei territori è imprescindibile e nessuno vuole rivedere riaffiorare la criminalità che metterebbe a rischio la tranquillità dei cittadini. Ecco, perché si vuole parlare della nuova Legge Federale Tedesca, forse anche per fare qualche raffronto con la nostra regolamentazione del gioco, mondo così bistrattato e delicato. Ma questa bozza sembra composta da un insieme di regole rigide che, nel corso degli anni, non raggiungeranno l’obbiettivo di proteggere i giocatori né di contrastare il gioco illegale che è “quasi obbligato” a crescere con maggior vigorìa.

Questa previsione del futuro del gioco tedesco, con tale scenario illecito sullo sfondo, è stata espressa dall’Associazione Tedesca degli operatori di scommesse sportive, la DSW, in relazione a questa nuova legge federale sul gioco online che dovrebbe partire nel mese di luglio 2021. Se ne parla oggi in anticipo perché le paure degli operatori sono veramente tante anche se da parte dei players la volontà espressa su tale regolamentazione online è stata favorevole. Ma non vi è anche dubbio che leggendone il testo, vi si possono ravvisare molte perplessità: prima tra tutte il limite di deposito fisso di 1.000 euro sul conto di gioco ed anche la restrizione di poter giocare su di una sola piattaforma per volta, cosa che potrebbe limitare, ed anche di molto, le raccolte relative al poker online.

Anche per queste prime riflessioni, la DSW ha richiesto miglioramenti su tutta la legge e non solo per le scommesse che, se si guarda con particolare attenzione il live game, da queste nuove regole potrebbero avere seri problemi: quasi andrebbero a danneggiare il relativo mercato più che aiutarlo, oltre che forse mettere a rischio anche gli utenti. La nuova regolamentazione federale sul poker e sui casinò online è stata annunciata, con soddisfazione, dal Ministro degli Interni dell’Assia, uno dei sedici Stati Federali tedeschi, che ha anche promosso il suo Stato come sede della nuova autorità centrale di gioco d’azzardo che è stata pianificata dagli stessi Stati Federali. Ma tale nuova regolamentazione sta lasciando spazio a tante perplessità, come quelle espresse da una parte del settore e che senz’altro sono da tenere presenti.

Con il medesimo annuncio si è anche asserito che l’Assia ha accumulato un buon bagaglio di esperienze per quello che riguarda la regolamentazione del gioco d’azzardo e questo Stato si sente quasi “predestinato” ad ospitare la nuova Istituzione centrale ed è per questo che si continua a sostenerne la candidatura, ritenendolo all’altezza. Ma al di là del fatto che Assia sia all’altezza di assumersi il compito di accogliere la nuova sede istituzionale, bisogna sottolineare un’altra cosa molto importante: con questo decreto si passa dal divieto di gioco (ma si deve considerare che tantissimi players giocavano già sui dot.com) alla sua regolamentazione. Ciò rivestirà un enorme avanzamento che porterà tantissimo sviluppo sul mercato e, sopratutto per questo, ci si dovrà impegnare con molta attenzione e regolamentarlo con estrema coscienza ed obbiettività.

Sin troppo evidente, quindi, che questo “cambio” rivoluzionerà il mercato, anche se tutto ciò fa parte di una riforma che era ormai in corso da parecchio tempo e che gli Stati Federali avevano già concordato, seppur dopo lunghe e faticose trattative. Altrettanto evidente, è l’obbiettivo di quella realtà territoriale: si vuole porre fine, finalmente, alle scommesse ed ai giochi illegali in modo che la legalità del gioco prevalga sull’illegalità che purtroppo è presente, e non solo in Germania. Solo che questa regolamentazione non lascia tutti soddisfatti anche se appare, senza ombra di dubbio, un notevole “progresso” per il mondo tedesco dei giochi. Gli operatori del gioco tedeschi, comunque, non sono soddisfatti, anzi sono convinti che così come è stata concepita questa bozza non aiuta la legalità, ma che otterrà l’esatto contrario e questo non può che mettere agitazione e mancanza di certezze in tutti gli addetti ai lavori del settore.

E questo non può che far riflettere su quanto sia delicato e difficile affrontare le dinamiche del gioco legale sui vari territori: sono coinvolti gli interessi di tanti protagonisti e sicuramente il mettere tutti al sicuro non è impresa di poco conto. Ma da una parte bisogna ben cominciare: meglio fare poco alla volta che non fare nulla. Speriamo che succeda anche con l’italico riordino nazionale del gioco: il nostro Esecutivo Giallo-Rosso potrebbe iniziare anche con un “mini-riordino” per proseguire con qualcosa di più completo, ma almeno sarebbe un buon segnale per tutta l’industria del gioco, per il territorio, per i giocatori e, perché no, anche per le casse erariali.


Ci Mettiamo la Faccia

Giornalista Vanessa Maggi

Vanessa Maggi

Giornalista

Gioco Sicuro e Legale

Firma

TwitterFacebookPinterestInvia Email

Pubblicazione: 13 Marzo 2020 ore 16:00
Casino Recensione Visita
888Casino
888 Casino
20€ Gratis + Fino a 500€
Visita
Snai Casino
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
Visita
Betway Casino
Betway Casino
50 Giri + 500€
Visita
Leovegas Casino
Leovegas Casino
250 Giri + 1000€
Visita
GiocoDigitale Casino
Gioco Digitale Casino
370 Giri + 500€
Visita
Eurobet Casino
Eurobet Casino
30 Giri + 1005€
Visita
Bwin Casino
Bwin Casino
50 Giri + 200€
Visita
StarCasinò
StarCasinò
50 Giri + 200€
Visita
Big Casino
Big Casino
55€ Gratis + 300€
Visita
William Hill Casino
William Hill Casino
200 Giri + 1000€
Visita
Netbet Casino
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
Visita
Pokerstars Casino
Pokerstars Casino
500 Giri + 2500€
Visita
Betflag Casino
Betflag Casino
1000€ Gratis + 1000€
Visita
Casino.com
Casino.com
10€ Gratis + 500€
Visita
Unibet Casino
Unibet Casino
100% Fino a 300€
Visita

 

ADM Gioco Responsabile

Il Gioco è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza patologica

Gioca Responsabilmente