Ci sono molti Paesi meno ostili al gioco d’azzardo

gioco guarda altrove perche piu considerato

Risulta estremamente importante sottolineare, per quello che riguarda il nostro Paese, che il settore del gioco ha da sempre riversato molte risorse nelle casse erariali e si è sempre “ben comportato” nei rapporti con le istituzioni che negli anni si sono succedute, seppur con un ritmo a volte frenetico: ed, oltre tutto, nonostante gli stessi Governi non abbiano guardato frequentemente “con amore” le proprie Riserve di Stato.

Dunque, il supporto del mondo dei giochi e delle sue imprese negli anni si è dimostrato molto compiacente nei confronti degli Esecutivi, ma purtroppo non essendo “pagato con egual moneta” ed in assenza di alcun particolare supporto morale. Sostegno che senza dubbio sarebbe servito per combattere contro le tante ipocrisie e le demonizzazioni messe in campo dalla stessa politica e dai detrattori dello stesso settore.

E che dire poi di un qualsivoglia supporto economico istituzionale? E questo si è potuto constatare in modo particolare nel periodo pandemico dove il gioco pubblico è stato completamente abbandonato a sé stesso.

Periodo emergenziale nel quale, oltre tutto, alle attività di gioco sono stati imposti parecchi mesi di chiusura totale: per fortuna, però, ciò fa parte di un oscuro e tremendo passato che si vorrebbe dimenticare, ma che purtroppo ha lasciato un segno profondo nel settore.

Il mondo dei giochi potrebbe portare via le sue aziende

Così il mondo ludico, compresi i casino online italiani autorizzati ADM, potrebbe anche guardare altrove per trasportare le proprie aziende: magari in realtà meno ostili di quella in cui vive l’italico gioco e che non impongono norme così restrittive come nel nostro Paese, anche se obbiettivamente tutto questo sarebbe letale per la nostra economia, oggi particolarmente critica come quella di tanti altri Paesi.

E cosa che, in effetti, non si dovrebbe fare in questi tempi di inflazione dove spostare dalla nostra economia già fragile attività imprenditoriali che potrebbero essere di sostegno in luoghi dove però sia le imprese che i relativi lavoratori avrebbero senza dubbio vita meno complicata.

Ma sopratutto con utili diversi da quelli che in generale tutta la nostra industria riesce a ricavare dall’attuale mercato interno.

Insomma, un discorso ed un programma decisamente spiacevoli per chi è affezionato al proprio Paese, ma che si stanno facendo largo nella mente dei nostri concittadini imprenditori, sopratutto quelli del gioco che sono chiaramente vessati sia dalla normativa obsoleta che non fa crescere il settore, che dalla tassazione di certo non benevola nei confronti del mondo ludico: non bisogna dimenticare che quest’ultima per quanto riguarda lo specifico settore del gioco è tra le più alte d’Europa.

I Giovani che ancora credono nel Gioco

Ed allora, quindi, cosa dovrebbe pensare oggi un giovane imprenditore che comunque continua a credere nel business del gioco?

Forse che avere una vita imprenditoriale più scorrevole e meno oppressiva finanziariamente potrebbe essere una giusta scelta?

Avere una normativa concreta capace di disciplinare seriamente un settore in modo che le relative imprese possano vivere senza continui contenziosi che purtroppo oggi vanno a braccetto con il gioco pubblico italiano sarebbe giudicabile negativamente?

Gioco che deve lottare e ricorrere al parere dei Giudici delle diverse istituzioni per vedere acclarato il proprio diritto ad esistere come attività di gioco di qualunque comparto si parli.

Di fronte a queste riflessioni si pone la vita delle imprese che lavorano in altre realtà laddove il settore del gioco invece continua ad investire ed a svilupparsi davvero a vele spiegate: e ciò vale sia per il mercato terrestre che per quello online.

Soltanto in Italia le varie opportunità che il gioco potrebbe offrire vengono ostacolate mentre trovano facilità di movimento in Paesi “meno ostili”: infatti, in tante altre realtà il gioco d’azzardo viene trattato come un normale settore di servizi e dove sopratutto il mondo del gioco online viene considerato fondamentale per mitigare l’impatto negativo sofferto in conseguenza del periodo pandemico.

Di fatto discorso che dimostra quanto può essere importante avere un’economia diversificata che si concentri su settori davvero innovativi: e nel gioco online l’innovazione vive costantemente e produce utili.

Serve lo sforzo di tutti per migliorare

L’impegno che il settore sta mettendo per creare maggiori competenze e migliorare l’adozione di nuove tecnologie non solo migliora lo stesso settore, ma potrebbe anche andare a vantaggio di altri comparti creando senz’altro nuovi mercati di nicchia: è esattamente ciò che l’italico gioco intenderebbe fare se fosse supportato almeno un poco e non ignorato dalle istituzioni che, invece, in altri Stati ne supportano lo sviluppo.

E non solo, realtà dove si incentiva lo studio, l’innovazione e dove si crede fermamente che l’industria dei giochi è parte integrante del futuro e degli affari: e dove sicuramente non viene tacciato come settore “immorale ed approfittatore”.

In Italia, invece, siamo sempre al medesimo punto e si sono visti anche in campagna elettorale alcuni riscontri che di certo non hanno lasciato indifferente la nostra industria e questo schierarsi quasi generale contro il mondo dei giochi, laddove a volte parte della politica sottolinea che la raccolta del gioco è estremamente importante per il bilancio dello Stato.

E tutto questo atteggiamento incongruente con queste palesi contraddizioni lascia indiscutibilmente basiti. Peccato, quindi, che proprio lo stesso Stato non si voglia schierare a fianco delle sue Riserve per farle sentire indispensabili sia per la tutela della legalità che per l’economia globale del Paese.

La considerazione del Regno Unito verso il Gioco

Altrove invece, e tanto per dirne una nel Regno Unito il gioco ha un suo ruolo specifico nel sociale e mai si è percepita una negatività nei confronti del settore, anzi: le sue risorse vengono usate per ciò che serve senza alcuna ipocrisia e senza paura di usare i proventi del gioco d’azzardo per il sociale, laddove il Governo non arriva a coprire le esigenze della propria cittadinanza.

Qui certamente non accade così, ancora oggi e davvero purtroppo da tantissimi anni: qualche barlume di luce si era visto con il Governo Draghi e si spera che quello nuovo del Premier Meloni segua tale percorso.

Ma al momento tracce che riguardano sopratutto il riordino nazionale dell’intero settore del gioco non se ne trovano: attendere ancora o trasferirsi altrove, al di là dei nostri confini?


Contenuto a Cura di

Giornalista Vanessa Maggi

Vanessa Maggi

Giornalista

Gioco Sicuro e Legale

Firma

TwitterFacebookPinterestLinkedInScrivi una Email

Vanessa Maggi è la nostra Giornalista di punta che coordina e scrive per la redazione di Casinoonlineaams.com. Spinta da una grande passione per il mondo dei giochi su internet, ricerca sempre notizie legate al mondo ludico per farti stare informato su tutto quel che riguarda questo mondo. La sua passione per questo lavoro è davvero invidiabile. La contraddistingue una grande tenacia nella ricerca della verità.

Pubblicazione: 19 Dicembre 2022 ore 15:59

Casino Recensione Visita
888Casino
888 Casino
20€ Gratis + Fino a 500€
Visita
Snai Casino
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
Visita
Betway Casino
Betway Casino
50 Giri + 500€
Visita
Leovegas Casino
Leovegas Casino
250 Giri + 1000€
Visita
GiocoDigitale Casino
Gioco Digitale Casino
370 Giri + 500€
Visita
Eurobet Casino
Eurobet Casino
30 Giri + 1005€
Visita
Bwin Casino
Bwin Casino
50 Giri + 200€
Visita
StarCasinò
StarCasinò
50 Giri + 200€
Visita
Big Casino
Big Casino
55€ Gratis + 300€
Visita
William Hill Casino
William Hill Casino
200 Giri + 1000€
Visita
Netbet Casino
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
Visita
Pokerstars Casino
Pokerstars Casino
500 Giri + 2500€
Visita
JackpotCity Casino
JackpotCity Casino
100% Fino a 600€
Visita
Casino.com
Casino.com
10€ Gratis + 200€
Visita
Betflag Casino
Betflag Casino
1000€ Gratis + 1000€
Visita
Unibet Casino
Unibet Casino
100% Fino a 300€
Visita

 

ADM Gioco Responsabile

Il Gioco è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza patologica

Gioca Responsabilmente