Ci piace il gioco d’azzardo proiettato verso il futuro

gioco azzardo proiettato verso un futuro migliore

Anche se si è quasi usciti dalle spire del Coronavirus e l’intero territorio italico per ora vive in “zona bianca”, sperando di poterci restare almeno per una buona parte dell’estate per far “ristabilire almeno un pochino” a livello economico le diverse attività (anche) ludiche, si vuole guardare avanti per il futuro, ma purtroppo ancora una volta con un evento digitale che si spera possa essere prodromo per il prossimo anno di un altro corrispondente live che riguarda tutto il mondo del gioco. In realtà, anche per il tanto parlare che si fa del gioco ultimamente, non si può essere indifferenti per tale importante “impegno” che si sta mostrando sia da parte di ADM, che della politica, che del settore per rincorrere l’immagine di un “nuovo” gioco per un “nuovo” popolo di giocatori che si sta senz’altro predisponendo a variazioni, anzi a cambiamenti, sopratutto a livello di normativa. Cambiamento e riordino che sono le basi per guardare e pensare ad un futuro migliore anche se quando si parla di gioco appare quasi “tutto azzardato”!

Il settore ludico, inequivocabilmente, è stato il più bistrattato nel periodo emergenziale: dalla politica che è riuscita soltanto a “promettere in tutti i sensi”, senza mai raggiungere davvero una buona parte di imprese per dare loro sostegni o ristori ed anche dal Legislatore che ha completamente dimenticato il “suo gioco pubblico” lasciandolo nell’oblio più totale e sconfortante. Infatti, durante la pandemìa si è parlato di nuovo, ma soltanto e sempre parlato, del riordino nazionale del gioco e dei casino online top non concretizzando niente di tangibile che potesse far accogliere la riapertura delle attività con leggerezza per tutte quelle imprese in ostaggio delle vecchie norme e delle vecchie Leggi Regionali che incombono sul capo del gioco dopo l’esperienza “distruggente” del lockdown veramente mostruoso che si è imposto alle “Riserve di Stato”. Ma passando oltre a tutto ciò, ed archiviata quindi l’emergenza, si affronta il presente per guardare al futuro. E per organizzare il futuro bisogna tracciare una nuova strada.

Ciò è quello che intende fare SBC Digital con un evento purtroppo ancora digitale che si è svolto nella scorsa settimana in grado di dare voce all’intero comparto del gioco perché si vogliono sentire idee nuove per rifondarne le basi e, come detto, tracciare una nuova strada. È senz’altro un “esame di maturità”, un primo esperimento destinato a partire dal prossimo anno, sicuramente live, puntando ad essere un evento di riferimento per l’insieme dell’industria del gioco d’azzardo che dovrebbe così sentirsi “come un sol uomo” e portando avanti le idee strategiche di ognuno per il bene e la rinascita del mondo dei giochi di tutti. Rinascita e futuro del gioco che devono prendersi per mano e far scattare quella sinergia che dovrebbe farlo conoscere sotto una luce diversa dal solito: gioco e divertimento, ma anche il profilo professionale del comparto ludico, cercando di esaltarne tutte le virtù e favorendo con idee innovative il processo di rinascita e di riforma che si spera si stia avvicinando sempre di più.

Negli ultimi giorni si continua a parlare di riordino del gioco anche se si vorrebbe che dalle innumerevoli parole si passasse, finalmente, a fatti più concreti ed assolutamente indispensabili per il futuro del mondo dei giochi e dei casino mobile sul telefono. L’evento di SBC ha dato segnali di ottima “partecipazione” che hanno superato i pronostici più positivi: ciò sta a significare quanto l’esigenza di questo “incontro digitale” sia davvero sentita. Ciò sprona a lavorare ancora più intensamente per un evento di qualità che potrà contribuire a gettare le basi per una nuova industria del gioco che si spera possa essere prima di tutto stabile e senza gli orpelli dell’incertezza e del timore. E naturalmente sostenibile obbiettivo al quale mira da tempo tutto il settore: è arrivato il momento della concretezza nel quale si dovranno “impiantare solide basi” per fare in modo che il settore ludico torni a risplendere come qualche anno fa.

Ritornare ad essere la terza economia del Paese e produrre introiti immensi per lo Stato, provvedere all’occupazione di un numero veramente significativo di lavoratori: questi sono gli obbiettivi che si vogliono raggiungere e mettere dietro le spalle tutto il lungo periodo di sofferenza che il settore ha comunque percorso e che ha procurato esperienze e, purtroppo, anche forte disagio per qualche operatore. Si può dire che a pandemìa (quasi) superata, il settore dei giochi e scommesse si sia posto, con questo evento digitale della fine di luglio, un grande traguardo da raggiungere cercando di bypassare la carenza di certezze che purtroppo staziona in questo nostro settore ludico ormai da un periodo eccessivamente lungo. Oggi, con l’esperienza di questo ultimo anno infatti, l’incertezza ha toccato tutti i settori anche quelli più solidi come poteva essere quello del gioco che sembrava irraggiungibile da dubbi ed appunto mancanza di certezze: il gioco ha dimostrato di non essere affatto intoccabile, nonostante rappresenti lo Stato per concessione.

Si è visto che essere “una sua Riserva” non è servito ad essere protetti e tutelati, anzi! Nei confronti del mondo del gioco si è “infierito” persino in pandemìa con aumenti della tassazione toccando i gestori delle apparecchiature da intrattenimento e gli operatori delle scommesse, sempre i segmenti più bersagliati di altri, e quelli più soggetti a vedersi aumentare i prelievi fiscali e diminuire i già risicati introiti. Tale scenario “stroncherebbe le gambe” a qualsiasi settore, ma il gioco vuole ripartire e pazienza se ancora l’evento di SBC si è dovuto tenuto in digitale, sperando che sia l’ultimo: ma almeno si è vista una programmazione per il futuro di tutto il mondo ludico, poker online compreso, che è in fermento e vuole darsi da fare per riorganizzarsi, regolarizzarsi, migliorarsi. Progettare nuove offerte ai propri giocatori per intrattenerli come un tempo e per cercare di far dimenticare lo “stop forzoso” di quasi un anno che, però, non lo ha fatto certo dimenticare: si è “soltanto” lasciato vacante il posto della legalità sul territorio e questo ha provocato danni senza fine e non è stata sicuramente una brillante decisione. Ma a che serve oggi recriminare? Bisogna andare avanti!


Ci Mettiamo la Faccia

Giornalista Vanessa Maggi

Vanessa Maggi

Giornalista

Gioco Sicuro e Legale

Firma

TwitterFacebookPinterestInvia Email

Pubblicazione: 14 Agosto 2021 ore 18:00
Casino Recensione Visita
888Casino
888 Casino
20€ Gratis + Fino a 500€
Visita
Snai Casino
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
Visita
Betway Casino
Betway Casino
50 Giri + 500€
Visita
Leovegas Casino
Leovegas Casino
250 Giri + 1000€
Visita
GiocoDigitale Casino
Gioco Digitale Casino
370 Giri + 500€
Visita
Eurobet Casino
Eurobet Casino
30 Giri + 1005€
Visita
Bwin Casino
Bwin Casino
50 Giri + 200€
Visita
StarCasinò
StarCasinò
50 Giri + 200€
Visita
Big Casino
Big Casino
55€ Gratis + 300€
Visita
William Hill Casino
William Hill Casino
200 Giri + 1000€
Visita
Netbet Casino
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
Visita
Pokerstars Casino
Pokerstars Casino
500 Giri + 2500€
Visita
Betflag Casino
Betflag Casino
1000€ Gratis + 1000€
Visita
Casino.com
Casino.com
10€ Gratis + 500€
Visita
Unibet Casino
Unibet Casino
100% Fino a 300€
Visita

 

ADM Gioco Responsabile

Il Gioco è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza patologica

Gioca Responsabilmente