Una bella favola che coinvole il gioco d’azzardo

Pubblicazione: 25 Novembre 2018 ore 13:00

onnis vincitore malta poker

Sinceramente, “ci piace” ogni tanto riferire che accada il compimento di una bella favola ad opera del gioco d’azzardo: quella “cosa” tanto vituperata, disprezzata ed allontanata poiché si dice sia provocatrice di una serie infinita di disgrazie.

Tutto ciò che di peggio può esistere a livello di “piaga sociale” viene fatto risalire, da una cerchia di benpensanti, al mondo del gioco e quindi quando si riesce a riportare di un lieto fine di un certo accaduto non può che rendere felice chi scrive queste righe per chi ancora le legge.

Questa premessa ci porta alla conclusione del The Malta Poker Festival al Portamaso Casino ed alla vittoria di Emanuele Onnis che molto sinceramente si lascia andare alla confidenza: “Estinguo il mutuo, magari cambio macchina ma appena torno in Italia ritorno a lavorare nel supermercato dove ho sempre lavorato in questi anni. Intanto pianifico altri eventi pokeristici, ma è andata bene e sono contentissimo così”.

Molto con i piedi per terra, si può dire, il vincitore di Cagliari del Malta Poker Festival soprannominato Emanuele “Manu Lucky” Onnis: prima edizione di questo torneo tenutosi i primi di novembre.

Dichiarazioni raccolte “a caldo” che hanno dato ancora più la certezza della consapevolezza delle sue skills ed ancor di più la certezza che la fortuna è girata a suo favore proprio al momento giusto: avvenimento che lo ha fatto primeggiare in quel torneo di poker.

E per curiosare ancora in modo più profondo si vuole studiare quale strategia sia stata utilizzata da Manu Lucky durante il corso del torneo. Questo torneo è stato giocato dal “nostro” vincitore tante volte che si riteneva “quasi un esperto” della struttura del torneo ed ha cercato di pianificare tutto il suo percorso sin dall’inizio.

Leggi
Gioco d'azzardo: Immensa fiducia nel Premier Draghi

La caratteristiche di questo giocatore di Poker

Emanuele Onnis, frequentatore di siti legali di poker che offrono le varianti più giocate di questo sport, è un giocatore abbastanza “chiuso”, per cui ha cercato nei primi livelli del day1 di fare il contrario e di non dimostrare questo atteggiamento all’inizio. In pratica, ha giocato inizialmente “aperto” ed è riuscito a chiudere alcuni colpi, alcuni se li è inventati ed è salito in chips: poi si è rinchiuso a riccio nelle fasi più avanzate del day1 ed all’inizio del day2.

Ha stretto i range, ma le carte sono arrivate proprio quando rischiava di essere troppo vulnerabile ed a quel momento “è andata bene” ed apparentemente la Fortuna lo ha baciato in fronte.

E da lì è iniziato il piano di assalto al trofeo, avendo acquisito una certa confidenza e così si è inventato, alla fine del day2, un altro paio di mani. Il piano era di non arrivare in zona bolla e riuscire a stare vivi: martellare e fare fiches e puntare a qualcosa di veramente importante e non ad un semplice piazzamento.

Alcune mani davvero particolari

Ed anche questo al “nostro” Manu è riuscito. Sembrava che tutto girasse dalla sua parte ed era come il “segno del destino” o della Dea Bendata. Ci sono state durante il torneo “mani particolari” come un colpo in cui aveva i 5 su un bord con over card. “Al river cade anche un asso che chiude i progetti ed è riuscito a far foldare la top pair”.

Leggi
Regno Unito: Il gioco legale che fa bene ai giocatori

Questa “operazione” ha fatto persino in modo che a fine torneo quel giocatore facesse a Manu i complimenti per quel colpo. E come non raccontare anche il final table? Arrivato il momento del gran finale, con la tensione che ovviamente lo accompagna, la gestione di questa situazione, paradossalmente, si è presentata più semplice di tutta la partecipazione al torneo.

É chiaramente un modo di dire: in quel mentre, i norvegesi si stavano “scannando” e Manu Lucky ha dovuto solo attendere essendo secondo in chips: ha attaccato un paio di mani ed è andata bene.

Strategie non ben riuscite

La parte difficile, ci riferisce il nostro vincitore, è riguardata l’hu perché Gums era fortissimo ed era stato un avversario presente spesso nei giorni precedenti: in pratica ci si conosceva alquanto bene.

Per questo si sono messe in campo strategie per confonderlo anche se era molto aggressivo ed Emanuele Onnis ha cercato di esserlo più di lui, sopratutto dimostrandogli di non avere assolutamente paura.

L’hu è durato tantissimo e Manu ha mandato il suo avversario all in molte occasioni: in quel momento si era persa la cognizione del tempo e solo dopo, al termine del torneo, ci si è accorti di quanto il tempo fosse stato interminabile in quella circostanza.

Certamente non si può dire che il torneo si sia svolto tranquillamente ed è ovvio, ma la fortuna era decisamente dalla parte del “nostro eroe”.

Anche l’avversario non è stato da meno ed ha combattuto con caparbietà anche se il colpo finale è stato favorevole a Manu che ha potuto così raccontare una vittoria sofferta, ma fortemente voluta e desiderata. Ed all’ultima domanda che si vuole proporgli: “Ma quindi avete fatto deal”? Risponde sogghignando: “Un po’ a ca…, col senno di poi avrei giocato alla morte senza fare accordi!”.

Leggi
Ice Londra: Gli operatori del gioco presenti con attenzione

L’onore delle armi per l’avversario

Alla fine si può dire che l’avversario di Manu Lucky si è ritagliato una proposta favorevole ma si partiva da 3 a 1 per lui e la tensione era alle stelle. Tutti erano stanchi e sopratutto stressati ed il nostro vincitore non aveva alcun supporto che potesse suggerirgli qualche strategia vincente e farlo ragionare per il meglio.

La fatica e la tensione si facevano a quel punto sentire profondamente, ma alla fine Emanuele è stato addirittura più loose del suo avversario che nel finale lo era diventato ancora di più. Alla fine Manu Lucky ha avuto ragione ed il trofeo arriva, così, in Sardegna, in Italia: primo su 1.366, che dire, super complimenti e non c’è altro da aggiungere.

Dopo tanta negatività espressa nei confronti del gioco d’azzardo ecco che a suo mezzo questa bellissima favola riesce a compiersi. E tutti vissero felici, contenti e sopratutto soddisfatti anche se stanchissimi!

 

Gioco Responsabile e Sicuro

Sito Ufficiale ADM


Casino Recensione Visita
Snai Casino
Snai Casinò
15€ Gratis + 1.000€
Visita
JackpotCity Casino
JackpotCity Casinò
170 Giri + 1.200€
Visita
Betway Casino
Betway Casinò
200 Giri + 1.500€
Visita
Leovegas Casino
LeoVegas Casinò
250 Giri + 1.500€
Visita
888Casino
888Casinò
20€ Gratis + 1.000€
Visita
Betflag Casino
BetFlag Casinò
5.000€ Gratis + 5.000€
Visita
GiocoDigitale Casino
Gioco Digitale Casinò
500 Giri + 1.000€
Visita
StarCasinò
StarCasinò
50 Giri + 2.000€
Visita
Big Casino
Big Casinò
55€ Gratis + 300€
Visita
William Hill Casino
William Hill Casinò
400 Giri + 1.000€
Visita
Netbet Casino
NetBet Casinò
10€ Gratis + 600€
Visita
Pokerstars Casino
PokerStars Casinò
500 Giri + 500€
Visita
Sisal Casino
Sisal Casinò
100% Fino a 5.250€
Visita
Bwin Casino
Bwin Casinò
50 Giri + 200€
Visita
Eurobet Casino
Eurobet Casinò
50 Giri + 1.000€
Visita
Unibet Casino
Unibet Casinò
500€ sul 100%
Visita

 

ADM Gioco Responsabile

Il Gioco è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza patologica

Gioca Responsabilmente

 

Contenuto a Cura di

Foto di Vanessa Maggi

Vanessa Maggi

Giornalista

Gioco Sicuro e Legale

Firma

XFacebookLinkedInThreads

PinterestBehanceScrivi una Email

Vanessa Maggi è la nostra Giornalista di punta che coordina e scrive per la redazione di Casinoonlineaams.com. Spinta da una grande passione per il mondo dei giochi su internet, ricerca sempre notizie legate al mondo ludico per farti stare informato su tutto quel che riguarda questo mondo. La sua passione per questo lavoro è davvero invidiabile. La contraddistingue una grande tenacia nella ricerca della verità.