Piu fantasia nel mondo delle scommesse sportive

molta piu fantasia per tutto il settore delle scommesse sportive legali italiane

Sarà forse perché il lunghissimo e strano periodo che lo tzunami Coronavirus ha imposto a tutti i cittadini ed alle imprese ci “ha svuotato la mente” che appena se ne trova la possibilità si ricercano nuove sensazioni, nuovi casino online e nuove esperienze come se non avessimo pace e stessimo cercando “qualcosa di speciale per sentirci vivi”. Così, è anche cambiato il modo di divertirci ed intrattenerci con il gioco che è sempre stato un punto di sfogo per le nostre “tristezze” o, comunque, quel qualcosa che fa galoppare la fantasia lontano da quella “nuova normalità” che non ci è affatto piaciuto affrontare e che ha decisamente cambiato il nostro modo di vivere. Ma oggi ci si deve ancora confrontare con restrizioni ed imposizioni che lasciano poco spazio alla fantasia: forse, anche per questo, il segmento delle scommesse ha progredito nei suoi lauti introiti, avendo messo a disposizione della “stravaganza degli scommettitori” tante scelte non convenzionali ed alle quali ancora non si era stati abituati ad assistere.

E tutto ciò anche per entrare in concorrenza con le scommesse illegali che, in partenza, possono offrire delle vincite più allettanti: però, ciò che si può confermare oggi, è che le italiche aziende di scommesse non hanno nulla da invidiare a qualsiasi altra proposta “avversaria” e possono effettuare un’offerta di gioco pre-match tra le migliori in circolazione. Senza dubbio, si manca di qualcosa nel cashback, ma sono cose da ritenersi “sottigliezze” di fronte alla creatività ed alla varietà delle scommesse che le nostre imprese di gioco riescono a mettere sul piatto, usufruendo senza dubbio della loro sfrenata fantasia! Infatti, per esempio, le offerte per le scommesse sui calci d’angolo o sulle ammonizioni che servono anche per “svincolare il tifo” dalla scommessa fine a sé stessa, mettendo così il giocatore nella condizione di avere a disposizione diverse opzioni senza andare a contrastare le proprie passioni sportive. Il pass-partout per un divertimento migliore, quindi, risulta essere un intrattenimento molto più ludico e trascinante.

Per raggiungerlo in definitiva, non servono strumenti nuovi, ma semplicemente serve rendere “più sottile” la creatività e spaziare in un mondo di fantasia immenso e sfrenato. E se il problema del cashback che viene offerto dalle scommesse illegali può essere al momento più allettante per lo scommettitore alle prime armi, sicuramente non serve gran che al giocatore che cerca invece un intrattenimento di maggiore pregio e sofisticato. Si può anche aggiungere che le nostre italiche aziende di gioco d’azzardo non invidiano alcun altro prodotto anche perché certamente sono state cercate tante varianti ai giochi, come al poker per esempio, cercando di renderlo più complicato ed innovativo, ma le formule più semplici sono quelle che hanno avuto più successo. Si dovrebbe valutare, però, quali potrebbero essere le prospettive del comparto delle scommesse: le indicazioni che dà l’utenza è quella di poter guardare lo sport su una piattaforma dedicata dove si può anche giocare: da qui potrebbe discendere la scelta da farsi.

Si va indiscutibilmente verso i contenuti che coinvolgono direttamente: scommettere sul calcio seguendo lo stile fantasy sport. Così nel basket si sono allargate le offerte di gioco incentrate sui giocatori: sulle stoppate, i rimbalzi ed altre giocate. Tutte cose che riescono a coinvolgere gli scommettitori ben al di là del risultato finale. Ma a prescindere dalla creatività, dalla grafica e dalla fantasia per i nuovi prodotti del gioco online ed anche terrestre, il mondo ludico ha la necessità assoluta di essere riorganizzato, cosa che si dovrebbe ottenere con il riordino nazionale dell’intero settore, ovviamente. I punti di gioco ed i corner lo aspettano da tanto tempo e sono passati in mezzo a proroghe e condoni non dimenticandosi in modo particolare della questione dei cosiddetti CTD in mano a broker senza licenza. Ed in mezzo a questo stallo normativo che sta creando non pochi disagi ad entrambi i canali del gioco si è allargato pure il fenomeno dei punti di vendita di ricarica per il gioco online (i cosiddetti PVR).

Questi punti rischiano di essere uno dei pochi sistemi per riuscire ad affiliare nuovi giocatori dal terrestre all’online e ciò in conseguenza della ancor presente imposizione del divieto di pubblicità del gioco e del poker online che continua a far discutere, ma al quale non si vuole mettere mano da parte delle istituzioni, neppure per un minimo passo indietro che si continua a richiedere da parte degli addetti ai lavori, ma anche dalle società sportive che con il segmento delle scommesse avevano intrattenuto per tanti anni rapporti sinergici interessanti a livello economico. Oltre tutto, ci sarebbero anche da valutare, sempre per i CTD e per i PVR, i soggetti che li gestiscono: chi controlla i loro requisiti morali, la buona condotta e la solidità finanziaria? Tutti requisiti indispensabili per chi raccoglie gioco per conto dello Stato: purtroppo, non esiste una regolamentazione precisa in questo senso e chi si deve accertare della loro “solidità” si trova spesso e volentieri in difficoltà.

È fin troppo evidente che questa incertezza mette il gioco legale in netta concorrenza con quello che di certo non lo è: cosa che risulta essere una “battaglia persa” in partenza proprio per le “Riserve di Stato” che non vengono tutelate proprio da chi lo dovrebbe fare. E qui si sfonda una porta aperta, dato che appunto le stesse “Riserve” continuano a spingere per avere un riordino del settore che le tuteli maggiormente e che ripristini sul territorio il potere della legalità e della sicurezza che appunto dovrebbe essere rappresentato da soggetti “decisamente in regola” con tutti i crismi imposti dallo Stato. Non si può che continuare ad avere fiducia che questo avvenga a breve con il famigerato riordino del gioco: le speranze infatti non sono ancora svanite dato che la rielezione del Presidente della Repubblica nella figura di Sergio Mattarella dovrebbe mettere al sicuro il Governo e dare una (non troppo solida) stabilità. Quindi, la famosa Legge Delega che si riferisce al riordino del gioco dovrebbe continuare il suo cammino… anche se con qualche ritardo concepibile.


Ci Mettiamo la Faccia

Giornalista Vanessa Maggi

Vanessa Maggi

Giornalista

Gioco Sicuro e Legale

Firma

TwitterFacebookPinterestInvia Email

Pubblicazione: 22 Febbraio 2022 ore 10:53
Casino Recensione Visita
888Casino
888 Casino
20€ Gratis + Fino a 500€
Visita
Snai Casino
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
Visita
Betway Casino
Betway Casino
50 Giri + 500€
Visita
Leovegas Casino
Leovegas Casino
250 Giri + 1000€
Visita
GiocoDigitale Casino
Gioco Digitale Casino
370 Giri + 500€
Visita
Eurobet Casino
Eurobet Casino
30 Giri + 1005€
Visita
Bwin Casino
Bwin Casino
50 Giri + 200€
Visita
StarCasinò
StarCasinò
50 Giri + 200€
Visita
Big Casino
Big Casino
55€ Gratis + 300€
Visita
William Hill Casino
William Hill Casino
200 Giri + 1000€
Visita
Netbet Casino
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
Visita
Pokerstars Casino
Pokerstars Casino
500 Giri + 2500€
Visita
Betflag Casino
Betflag Casino
1000€ Gratis + 1000€
Visita
Casino.com
Casino.com
10€ Gratis + 500€
Visita
Unibet Casino
Unibet Casino
100% Fino a 300€
Visita

 

ADM Gioco Responsabile

Il Gioco è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza patologica

Gioca Responsabilmente