Manipolazioni competizioni sportive: Duro colpo per le scommesse

eventi sportivi falsati dalle scommesse

Non vi è alcun dubbio che le scommesse sportive online siano un segmento del gioco da tenere assolutamente sott’occhio poiché “girano” parecchi quattrini e le “tentazioni” che vi ruotano attorno sono tante: purtroppo, a volte vanno ad inficiare eventi sportivi coinvolgendo proprio lo sport che dovrebbe essere “simbolo di onestà e correttezza”. Ma quando si gioca d’azzardo, e quando qualcuno ne è particolarmente coinvolto e la situazione “sfugge di mano”, ecco che la tentazione è dietro l’angolo e ci si trova a confrontarsi con la manipolazione delle competizioni sportive. Cosa dalla quale bisogna tenersi assolutamente lontani e non farsi assolutamente trascinare nell’idea dei “lauti guadagni disonesti” per sé e per coloro che ne vengono coinvolti. Ben venga, di conseguenza, la ratifica e l’esecuzione avvenuta nei giorni scorsi alla Camera della convenzione del Consiglio d’Europa, fatta a Maggingen il 18 settembre 2014, approvata dal Senato lo scorso mese di febbraio sulla manipolazione delle competizioni sportive: il decreto è stato approvato con 405 voti favorevoli e nessun voto contrario.

La Convenzione, così come è stata approvata, rappresenta senza ombra di dubbio un duro colpo contro il gioco e le scommesse illegali in tutti i suoi segmenti. Il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri ricorda, al momento di questo passaggio alla Camera, che il voto dell’Italia è decisivo per l’ingresso in Europa delle misure di contrasto: poi, l’introduzione della confisca di tutti i beni che costituiscono il prodotto, il profitto od il prezzo di questo reato rappresenta una misura fondamentale per dare un segnale forte e concreto per sconfiggere le frodi e le scommesse sportive illecite. Come si può ben immaginare e percepire, nello sport sono cresciuti in modo esponenziale gli interessi economici: basti fare un “piccolo” paragone con gli acquisti dei vari calciatori che hanno raggiunto “importi veramente assurdi” se rapportati alla vita dei comuni mortali. Cifre che sono sempre state sproporzionate, ma che ora toccano livelli inverosimili ed ai quali bisognerebbe, tra parentesi, mettere un freno ed un fermo.

Ecco perché trova ancora maggiore valenza l’approvazione della Convenzione che contiene misure preventive e repressive contro la corruzione ed il riciclaggio in questo mondo così pervaso dal danaro in modo eccessivamente sproporzionato ed inverosimile. Serviva uno strumento del genere per potenziare, innanzitutto, la collaborazione a livello internazionale ai fini investigativi e processuali in modo che tutti gli Stati, anche quelli dove i casino online sono legali, possano scambiarsi informazioni ed esperienze per arrivare all’obbiettivo comune di rendere questo segmento del gioco “onesto, pulito, lecito”. Con il “voto italiano”, il quinto a livello Europeo, si stabilisce l’entrata in vigore di questo trattato che comprende anche specifiche sanzioni pecuniarie per i reati di frode nelle competizioni sportive. Poi, bisogna sottolineare che la continua crescita della commercializzazione degli eventi sportivi, e sopratutto la loro esposizione mediatica, hanno senz’altro contribuito all’incremento degli interessi economici che “girano” attorno alle scommesse ed hanno anche incentivato lo sviluppo di nuove attività lecite, ma anche come conseguenza quasi “naturale” di quelle illecite.

Negli anni, infatti, si è potuta verificare la nascita di due fenomeni che bisogna guardare e studiare con attenzione particolare: uno, il moltiplicarsi delle tipologie di scommesse disponibile, a volte in assenza di un efficace controllo da parte degli organi competenti. Due, lo sviluppo di un mercato illegale che sta diventando sempre più consistente, capace di offrire agli scommettitori margini di rendimento particolarmente elevati. Ma bisogna anche aggiungere che sebbene aspetti della corruzione in ambito sportivo risultino già contemplati nelle convenzioni nei confronti della criminalità organizzata e sulla corruzione, tali strumenti non considerano espressamente i casi di “manipolazione delle competizioni sportive” che vanno al di fuori dal contesto della criminalità transnazionale o dalla corruzione in senso lato. Quindi, la Convenzione approvata di cui si sta parlando risulta e rappresenta uno strumento “specifico” in grado di raccogliere tutte le misure preventive e repressive per una lotta efficace nei confronti della manipolazione delle competizioni sportive: sottolineando ancora una volta che ciò rafforza nello stesso momento la cooperazione internazionale.

Tale Convenzione, e si sottolinea ancora che l’Italia è il quinto Paese che la approva, è stata sottoscritta da 35 Paesi del Consiglio d’Europa: questo significa che con la firma del nostro Parlamento la Convenzione diventa esecutiva ed in vigore per tutti i 35 Paesi “sottoscrittori” e di questo il popolo italico deve essere orgoglioso. Infatti, non bisogna scordare che in materia di scommesse sportive e di manipolazione delle stesse, la cooperazione internazionale è assolutamente fondamentale ed indispensabile. É sin troppo evidente che un unico Paese non riesce a contrastare tale fenomeno perché il flusso delle scommesse si muove anche in Paesi che attuano, magari, regolamentazioni non precise e puntuali come quella che si vive sul territorio italiano. Quindi, con la sottoscrizione da parte dell’Italia si permette di fare alla Convenzione un passo avanti decisivo che consentirà poi di farne altri, altrettanto importanti, nella direzione delle competizioni sportive dei minori che dovranno essere sicuramente condivise con altri Paesi, poiché il discorso dei minori è argomento che “tocca da vicino tutti gli Stati”, ovviamente.

Per chiudere queste righe, si vuole riferire sommariamente anche delle sanzioni per coloro che non ottemperano alle norme che la Convenzione impone. Dunque, per la frode in competizioni sportive, esercizio abusivo di gioco o di scommesse e giochi d’azzardo esercitati a mezzo di apparecchi vietati: per i delitti la sanzione pecuniaria fino a cinquecento quote; per le contravvenzioni, la sanzione fino a duecentosessanta quote. Nei casi di condanna per uno dei delitti indicati si applicano le sanzioni previste dall’art.9, comma 2, per una durata non inferiore ad un anno. E per finire definitivamente, si vuole racchiudere in poche righe il concetto e l’obbiettivo della Convenzione: prevenire, individuare e combattere le partite truccate e la manipolazione delle competizioni sportive, sollecitando i Governi ad applicare misure per evitare i conflitti di interesse tra gli operatori delle scommesse sportive e le organizzazioni sportive e per intensificare la lotta contro la frode e le scommesse illegali.

Aprile 29, 2019: •
SitoRecensioneLicenzaVisita
888 casino logo
888 Casino
20€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
snai casino logo
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
starcasinò logo
StarCasinò
125 Giri + 1000€
legale aams
Visita
casino.com logo
Casino.com
10€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Betway Casino
100% Fino a 1000€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Eurobet Casino
5€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
betflag casino logo
Betflag Casino
30€ Gratis + 1.000€
legale aams
Visita
voglia di vincere casino logo
Voglia di Vincere
10€ Gratis + 1200€
legale aams
Visita
unibet casino logo
Unibet Casino
100% Fino a 300€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
titanbet casino logo
Titanbet Casino
20€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
32red casino logo
32Red Casino
10€ Gratis + 160€
legale aams
Visita