Le fiere del gaming in periodo di pandemia

fiere gaming in periodo di pandemia

Non si sarebbe mai potuto immaginare che il destino ci presentasse il Coronavirus e tutto quello che ha comportato ai normali cittadini ed alle aziende: alla vita dei cittadini che è cambiata quasi radicalmente ed a quella delle imprese che hanno dovuto cambiare i propri programmi, il proprio marketing, il proprio percorso aziendale. Come ha cambiato in modo inevitabile l’organizzazione dell’industria, ed in particolare per quello che ci interessa da più vicino, del gioco d’azzardo e dei siti italiani di casino legali, settore da sempre contornato da eventi, mostre e fiere che erano abituate a richiamare su di sé l’attenzione internazionale dei tantissimi addetti ai lavori che in queste manifestazioni ricevevano le “ultime notizie” dei vari segmenti del gaming, le innovazioni e le nuove strategie e dove potevano incontrare “colleghi di settore” con i quali scambiare esperienze e punti di vista su questo mondo così delicato da un lato e complicato nella sua vita commerciale dall’altro, ma così sfavillante, intrigante e divertente.

Tutto questo insieme nel 2020 è venuto a mancare dallo scorso febbraio e soltanto ora, forse, si può riprogrammare qualcosa per il prossimo autunno. Ovviamente sempre sperando che in quel momento non si sia di nuovo catapultati in una situazione di emergenza, cosa che non è senz’altro augurabile sia da un punto di vista economico, ma sopratutto per la situazione sanitaria già alquanto provata negli ultimi mesi, con tantissime vittime e ricordi tragici che ancora oggi ci si porta nel cuore. Ma il mondo dei giochi, che sta rialzando la testa da qualche settimana, vuole essere assolutamente positivo e quindi si prepara a riordinare il calendario delle sue fiere così importanti e molto significative cercando di mettersi dietro le spalle gli slittamenti e le cancellazione di questi eventi e di acquisire invece l’esperienza di quelle che si sono “spostate online” con nuove strategie ed anche nuovi risultati che hanno mostrato il gioco d’azzardo sotto una nuova e più tecnologica luce, relativamente all’organizzazione di questi eventi.

Così si affronterà la prima apertura “dal vivo” di uno degli eventi annuali più importanti, ENADA, al quale seguirà ACOS, mentre già da ora sembra a rischio IAAPA ed EAG che di consueto si tiene a Londra. É sin troppo evidente che il settore degli eventi fieristici è uno di quei comparti che ha risentito maggiormente di questa pandemìa che non riconosce che gli stessi eventi sono indispensabili per le aziende del settore dei giochi, poiché vanno a risolvere con la loro presenza ogni situazione di sviluppo che riguarda i singoli comparti. Ma di fronte ad un’emergenza che richiede il distanziamento sociale e che vieta l’assembramento, che ancora oggi nel nostro Paese è ben vivo e vegeto, era evidente che non fosse possibile alcuno svolgimento fieristico: da qui la completa chiusura di tutti gli eventi al di là di quello che poteva accadere in ogni singolo settore che ha dovuto seguire tutte le normative restrittive e che di conseguenza ha incontrato danni economici alquanto rilevanti. Ovviamente, non si parla solo del gioco d’azzardo, in tutti i suoi segmenti, ma di tutti i settori industriali.

Special modo nel mondo del gioco le fiere si concentrano per la maggior parte nel periodo primaverile: quest’anno, quindi, proprio nel momento più “caldo” per il Coronavirus, cosa che ha provocato i vari spostamenti a data da destinarsi dei principali eventi che si tengono in tutto il Mondo. Per quello che riguarda il nostro Paese, la prima fiera del gioco d’azzardo legale che ha subito due spostamenti è stata proprio ENADA: programmata come di consueto a marzo, è stata subito rinviata ad aprile per essere poi definitivamente spostata, come detto all’inizio, ad ottobre momento nel quale si sviluppa solitamente l’edizione autunnale della stessa Fiera che veniva ospitata a Roma. Quest’anno l’ appuntamento sarà raggruppato in un unico contesto che rappresenterà l’intero anno, unendo le due edizioni della primavera e dell’autunno e verrà ospitato a Rimini. Appunto sperando che in quel periodo vi possa essere una specie “di tranquillità sanitaria” e che tutto si possa svolgere se “non come prima”, almeno con un certo numero sia di espositori che di visitatori.

Ma, come ormai tutti sanno “nulla sarà mai come prima”, ma invece ci si dovrà adattare e godere del riaffacciarsi anche di questi eventi fieristici “dal vivo”: oggi, l’ENADA di Rimini viene confermata dal 30 settembre al 2 ottobre, con l’applicazione di un più che attento piano di sicurezza messo in campo dall’organizzazione dell’evento, e che ha ottenuto l’OK da parte delle istituzioni e degli esperti. Anche se gli scongiuri che non sopravvenga una seconda ondata del virus sono naturalmente un obbligo, bisogna tenere presente che se ciò si dovesse malauguratamente avverare non saremmo di fronte soltanto ad un ulteriore spostamento di un qualsiasi evento fieristico, ma ci si dovrebbe confrontare con uno scenario ben più grave ed allarmante sia per la salute che sotto il profilo economico. Ma come si sa, il gioco vuole essere positivo nei confronti del futuro e confortato però anche dai dati relativi alla situazione sanitaria che appaiono “buoni” e che fanno guardare in avanti con fiducia.

Di certo la prossima edizione di ENADA sarà ridimensionata nelle presenze anche in rispetto delle misure di sicurezza, ma si è certi che l’evento avverrà in sicurezza e quasi vicino alla normalità (di oggi) nonostante vi sarà qualche accorgimento sugli accessi e sulle aree espositive. Ma per la stessa Fiera di Rimini vi sarà un fattore interessante ed estremamente positivo: visto che a causa della pandemìa molti appuntamenti similari a livello internazionale sono stati addirittura cancellati significa che le fiere che riusciranno a “debuttare dal vivo” diventeranno preziose ed assai probabilmente verranno più “frequentate”. Senza dimenticare che ENADA sarà probabilmente la sola che rappresenterà il comparto dell’amusement, il puro intrattenimento, e questo poiché l’evento IAAPA in versione europea è stato cancellato: quindi, per gli operatori di questo comparto ENADA sarà assolutamente imperdibile.

Agosto 4, 2020: •
SitoRecensioneLicenzaVisita
888 casino logo
888 Casino
20€ Gratis + Fino a 500€
legale aams
Visita
snai casino logo
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
starcasinò logo
StarCasinò
125 Giri + 1000€
legale aams
Visita
leovegas casino logo
Leovegas Casino
225 Giri + 1000€
legale aams
Visita
netbet casino logo
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
betway casino logo
Betway Casino
5€ Gratis + 1350€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Eurobet Casino
5€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
betflag casino logo
Betflag Casino
30€ Gratis + 1.000€
legale aams
Visita
casino.com logo
Casino.com
10€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
unibet casino logo
Unibet Casino
100% Fino a 300€
legale aams
Visita
voglia di vincere casino logo
Voglia di Vincere
100% Fino a 1000€
legale aams
Visita