Il gioco online stà crescendo a discapito di quello terrestre

gioco azzardo online in crescita

Era sin troppo evidente, e troppe volte è stato sottolineato, che il voler togliere dal territorio il gioco fisico avrebbe convogliato i desideri dei cittadini-giocatori, inevitabilmente, verso i casino online italiani legali: gioco che come si può ben comprendere è meno controllabile, gestibile e tutelabile di quello terrestre non certo per mancanza di volontà, ma visto il suo largo raggio e la quantità di imprese coinvolte. Ovvio che l’online sia un territorio smisurato ed “incontenibile” e, quindi, giocoforza il suo controllo è decisamente improbo: ma sicuramente si sta facendo un buon lavoro ed i giocatori possono ritenersi al sicuro. I giochi online preferiti sono i casinò games e le slot virtuali che hanno veramente un forte appeal e dettano legge: due le scelte “più gettonate” che stanno giustificando questo esteso interesse. Per “quantificarlo” questo interesse, si può dire che si è passati da circa 17 miliardi di euro di valore giocato relativo al 2016 a quello di 24,6 miliardi del 2019: una bella crescita!

Una cosa “confortante” è che insieme alla crescita delle giocate, è accresciuta la percentuale delle vincite: nel 2018 le slot online hanno “recapitato nelle tasche dei giocatori” 12,3 miliardi di euro contro i circa 7 miliardi scarsi del 2016: non si può certo lamentare anche l’Erario, poiché le sue casse hanno ingurgitato circa 183 milioni nel 2018 contro i 132 milioni circa del 2016. Questi importi stanno a significare l’ampliamento del gioco online ed era evidente che questo sviluppo accadesse: troppa la difficoltà di trovare una sala giochi aperta in orari congegnali, e troppo anche lo sviluppo degli strumenti tecnologici in mano ai giovani che sono in rete tutto il giorno… o quasi. Ma una cosa estremamente positiva e rassicurante, è la crescita della responsabilità e della consapevolezza nei giocatori: cominciano davvero a comprendere quello che “viaggia in rete” e sono più attenti a non cadere in “giochetti pericolosi”: quindi, il gioco online legale è quello preferito ed è quello a cui si rivolgono con più determinazione.

Inevitabile, come succede anche nel gioco terrestre, che nell’online vi siano imprese illecite, che attirano e coinvolgono con offerte accattivanti i giocatori: ma sembra che sia intervenuta una vera maturazione e che il giocatore sia consapevole di ciò che rischia di fronte a “proposte indecenti che non si possono rifiutare”. Non bisogna dimenticare il controllo che il regolatore sta mettendo in campo nel segmento online: ciò dà la certezza di avere un mercato sicuro per il giocatore che ne ha preso bene contezza. D’altra parte, è cosa pubblica che nel 2018 si siano rintracciati ben 1042 siti di gioco irregolari che sono stati “oscurati” dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, contro i 580 del 2017: quasi il doppio e questo significa l’intensa opera che è stata fatta dall’Amministrazione. E se da un lato questo significa il “gran da fare” che si è messo in campo, dall’altro purtroppo significa che esiste ancora forte presenza di illegalità nel nostro Paese: ma una cosa positiva relativamente all’illegalità è il deciso “cambio di rotta” dei giocatori.

Infatti, l’accesso ai siti illeciti nel 2018 è stato di circa 269 milioni, contro gli oltre 360 milioni del 2017: senza voler guardare all’accesso ai siti illegali del 2009 che constava di oltre 2,5 miliardi di contatti! Tutti dati rilasciati dall’Agenzia e, quindi, incontestabili. Ma, fermo tutto questo che fa ben sperare nel gioco d’azzardo consapevole da parte di coloro che con il gioco si vogliono divertire e non avere sicuramente devianze od incorrere nel gioco illegale e pericoloso, si deve invece segnalare che il poker online è quel gioco che sta avendo forse la peggior crisi dal suo “nascere”. Purtroppo, è una discesa negativa che continua a perdurare e bisogna proprio dire che il poker interpreta la parte della “Cenerentola dei giochi”: la modalità a torneo ha una diminuzione nel gradimento del -1,2%, mentre il “cash game” è in calo del -7,1% e qui vogliamo lasciare perdere la situazione terrestre, che al momento non ci interessa visto che si sta “raccontando” lo scenario dell’online.

Per non cadere, però, nell’elencazione di cifre e contro cifre si passano solo un paio di dati tanto per avere un quadro anche del poker online: il cash game raccoglie in totale 2,2 miliardi rispetto ai 24 miliardi degli apparecchi con vincita in danaro ed i 24,5 delle Vlt. Sempre per avere un quadro del mercato, le scommesse sono passate dai 7 miliardi e mezzo del 2016 ai quasi 11 dello scorso anno. C’è da sottolineare per questi risultati anche il mancato ingresso nei mercati condivisi di liquidità del poker online: ciò rappresenta un danno anche rispetto agli altri Paesi che puntavano anche all’Italia per vedere aumentare i numeri che sono terribilmente in calo in questo segmento. Si dovrebbe, infatti, intervenire sulla liquidità condivisa perché potrebbe aprire un poco questo particolare mercato che da tempo è in ampia sofferenza: ma si è ancora tanto lontani ed è un argomento di difficile “trattazione”. In ogni caso, il problema del poker in generale forse dovrebbe essere affrontato in modo globale, sia per quello terrestre che quello online che non si riesce ad incentivare in alcun modo.

Occorrerebbe veramente qualche idea geniale, o qualche apertura, o qualche nuova innovazione: purtroppo, però, con il gioco le idee nuove sembrano “bloccate”. A chi può venire qualche “lampadina” che faccia luce su di un particolare segmento quando tutto il gioco langue in attesa sempre del famigerato riordino del settore e di sapere che fine farà materialmente tutto il settore! Chi vorrà mai investire in qualche “diavoleria innovativa” quando, di fatto, non c’è alcun spiraglio che possa dare la spinta giusta a chicchessia per trovare nuove soluzioni per il gioco? C’è senza dubbio “poca voglia di fare”, visto che quando si fa qualcosa viene bloccato, ristretto, impedito e, sopratutto, essendo tutto il gioco terrestre ed online in attesa del risultato dell’applicazione del divieto della pubblicità ai giochi ed alle scommesse. Chi vuole prendere qualsivoglia iniziativa che potrebbe risultare peregrina?

Agosto 23, 2019: •
SitoRecensioneLicenzaVisita
888 casino logo
888 Casino
20€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
snai casino logo
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
starcasinò logo
StarCasinò
125 Giri + 1000€
legale aams
Visita
casino.com logo
Casino.com
10€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Betway Casino
100% Fino a 1000€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Eurobet Casino
5€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
betflag casino logo
Betflag Casino
30€ Gratis + 1.000€
legale aams
Visita
voglia di vincere casino logo
Voglia di Vincere
10€ Gratis + 1200€
legale aams
Visita
unibet casino logo
Unibet Casino
100% Fino a 300€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
titanbet casino logo
Titanbet Casino
20€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
32red casino logo
32Red Casino
10€ Gratis + 160€
legale aams
Visita