Gioco d’azzardo: Aperture si ma con responsabilità

aperture del gioco azzardo terrestre con responsabilita

Il senso di libertà che senz’altro ci appartiene non può che essere ancora più forte in questi giorni laddove, finalmente, ci è stato consentito di non usare le mascherine all’aperto, ma sempre in determinate condizioni e con tutta l’attenzione possibile. Sembra un piccolo passo, ma dopo più di un anno di restrizioni, si può dire che rappresenti invece una grossa conquista soltanto se accompagnata da suggerimenti che, però, lasciano spazio all’interpretazione personale come, per esempio, il metro di distanziamento oppure il senso dell’assembramento che sono troppo soggettivi. Comunque, si deve apprezzare questo momento di libertà e di parziale ritorno alla quotidianità con tutti i suoi riti e le sue preferenze, ma si deve riflettere sul come comportarsi perché da come si affronteranno i mesi estivi ne discenderanno ulteriori restrizioni dopo le vacanze, sperando vivamente che non succeda come l’anno scorso. Anche se già si sa che tanti non seguiranno le raccomandazioni del CTS.

Nel frattempo, tutte le attività riprendono il loro ciclo commerciale e cercano, per quanto possibile, di recuperare ciò che si è perso in questo ultimo anno: particolarmente, ovvio, le aziende “non essenziali” come quelle del gioco pubblico, casino italiani autorizzati compresi, cui è stato imposto un lockdown esagerato e controproducente. Quindi, lo scenario pre-ferie ci fa intravedere che tutto stia tornando come prima, ma questa sensazione indubbiamente desiderata da tanti non deve farci cadere nella trappola del famigerato “liberi tutti”. Bisognerà stare attenti ai comportamenti in modo che l’aver riacquistato un po’ di libertà nel nostro equilibrio psico-fisico non ci porti ad essere troppo superficiali e, sopratutto, poco attenti: e questo anche se tutti siamo stati sottoposti a restrizioni importanti e per tantissimo tempo. “Non sciupare tutto” dovrebbe essere ripetuto come un mantra a mezzo di campagne di informazione che possano accompagnarci nel divertimento estivo, ma non a sottovalutare il virus che ancora è presente e sta facendo altre vittime.

Aver raggiunto in tutto lo Stivale la “zona bianca” sarà un forte incentivo per tutta l’economia che è stata messa a dura prova in questi mesi di pandemìa e vanificarne i risultati sarebbe da “fuori di testa”. Non si deve dimenticare che gli entusiasmi fanno “senz’altro bene alla salute sopratutto psichica”, ma vanno gestiti con forte responsabilità perché in realtà, si ripete, non è tutto finito: gli esperti hanno già dichiarato che potrebbe esserci un’ondata autunnale passato il periodo estivo che risulta essere positivo per contrastare il Coronavirus. Ma con la pandemìa si dovrebbe aver imparato che non si scherza e, quindi, l’entusiasmo è giusto che ci sia, ma con consapevolezza. Forse in quanto a responsabilità e consapevolezza si potrebbe acquisire qualche insegnamento dalle attività del gioco che durante la pandemìa si sono davvero comportate in modo impeccabile anche se non sono state aiutate quasi per nulla dalle istituzioni. Responsabilità che non è stata compresa: infatti, al gioco d’azzardo pubblico è stata imposta quell’inutile ed assurda super chiusura di più di otto mesi!

Solo oggi, “col senno di poi” la politica si sta accorgendo dell’errore marchiano di aver imposto un lockdown di certo sproporzionato che ha consentito all’illegalità di “fiorire” su tutto il territorio e prendere il posto della legalità che avrebbe potuto tranquillamente essere rappresentato dalle “Riserve di Stato” che, non bisognerebbe mai dimenticarlo, operano per conto dello Stato a mezzo delle concessioni. Oggi si fanno i conti con i danni notevoli che la chiusura ha portato al settore ludico, ma anche alle casse erariali che non hanno potuto usufruire delle risorse che di solito vengono versate, puntualmente e senza se e senza ma, dal gioco pubblico e dal gioco mobile: risorse mancanti che oggi lo Stato “sente” e di cui avrebbe bisogno per far ripartire l’economia del nuovo Sistema Italia. Quante volte durante la pandemìa il mondo dei giochi ha fatto presente il pericolo di tenere la legalità ferma al palo e quante volte non è stata ascoltata: ma oggi si deve apprezzare che siamo andando davvero verso un periodo più “rosa” e compiacercene.

Anche se andrà sostenuto da campagne di informazione, di prevenzione e di educazione studiate appositamente per sollecitare l’attenzione di tutti: sopratutto, la responsabilità di andarsi a vaccinare, considerando che questo è l’unico deterrente per i contagi e se ne sono visti i risultati che stanno consegnando un Paese senz’altro più “in salute e meno contagiato”. Ma anche la consapevolezza dei comportamenti che ci devono accompagnare durante il periodo estivo, anche se ancora si stanno “smaltendo” i tanti mesi di restrizioni: nessun provvedimento e nessuna legge potranno essere efficaci se non verranno accompagnate da un sostegno informativo importante che “deve martellare (positivamente) le menti”, per farci comportare bene, nel rispetto di noi stessi e di quelli che ci sono vicino. Nell’occasione, la pubblicità e l’informazione saranno indispensabili per arrivare allo scopo di responsabilizzare più persone possibile, perché la preoccupazione è veramente tanta: non si vuole e non si deve sprecare il lavoro fatto sino a qui.

In fondo le campagne di informazione che si vorrebbero vedere e sentire, facendo un paragone forse insolito, sono quelle che da tanto tempo il mondo del gioco vuole trasmettere all’opinione pubblica: infatti, se si vuole un gioco responsabile e sostenibile bisogna continuare ad informare i cittadini che serve la diffusione di una cultura del gioco e delle scommesse che ne faccia conoscere le positività nel sociale, ma anche gli eventuali “lati oscuri” che serve avere ben presenti quando ci si avvicina al gioco d’azzardo che è e deve restare un divertimento e sicuramente non una via d’uscita “facile” per risolvere i problemi della vita di qualcuno. Se si riversa nel gioco la “voglia” di rincorrere un guadagno facile non si arriverà mai alla fine di questa rincorsa e ci si troverà più persi di prima e senz’altro con meno danaro. Mentre il gioco serve come intrattenimento per prendere la vita con più leggerezza e più gioia: insomma, con tanto divertimento e basta. Il bacio della Dea Bendata deve rassicurare la nostra voglia di confrontarci con il gioco, ma non risolve di certo i problemi seri della vita.


Ci Mettiamo la Faccia

Giornalista Vanessa Maggi

Vanessa Maggi

Giornalista

Gioco Sicuro e Legale

Firma

TwitterFacebookPinterestInvia Email

Pubblicazione: 15 Luglio 2021 ore 14:37
Casino Recensione Visita
888Casino
888 Casino
20€ Gratis + Fino a 500€
Visita
Snai Casino
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
Visita
Betway Casino
Betway Casino
50 Giri + 500€
Visita
Leovegas Casino
Leovegas Casino
250 Giri + 1000€
Visita
GiocoDigitale Casino
Gioco Digitale Casino
370 Giri + 500€
Visita
Eurobet Casino
Eurobet Casino
30 Giri + 1005€
Visita
Bwin Casino
Bwin Casino
50 Giri + 200€
Visita
StarCasinò
StarCasinò
50 Giri + 200€
Visita
Big Casino
Big Casino
55€ Gratis + 300€
Visita
William Hill Casino
William Hill Casino
200 Giri + 1000€
Visita
Netbet Casino
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
Visita
Pokerstars Casino
Pokerstars Casino
500 Giri + 2500€
Visita
Betflag Casino
Betflag Casino
1000€ Gratis + 1000€
Visita
Casino.com
Casino.com
10€ Gratis + 500€
Visita
Unibet Casino
Unibet Casino
100% Fino a 300€
Visita

 

ADM Gioco Responsabile

Il Gioco è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza patologica

Gioca Responsabilmente