Commissione Antimafia e Sapar: Insieme per contrastare il gioco illegale

sapar e commissione anti mafia lavorano insieme al contrasto del gioc illecito ed illegale

La Commissione Antimafia da sempre, e la Commissione di contrasto al gioco illegale dalla sua abbastanza recente nascita, continuano a cercare collaborazione e suggerimenti da tutti coloro che per varie ragioni fanno parte del mondo del gioco: operatori, associazioni, l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Tutti soggetti che vivono il settore ludico in prima persona a volte “salendo addirittura sulle barricate” per difenderlo: comparto che oltre ad avere tante sue criticità, è costretto a combattere battaglie piuttosto sostenute che vengono intraprese da ogni parte da coloro che sono refrattari al gioco d’azzardo ed ai siti migliori italiani di casino online legali.

Ivi compresi, naturalmente, i soliti detrattori sempre pronti a scagliare pietre contro il mondo ludico, i suoi operatori e persino verso i suoi lavoratori che hanno soltanto la colpa di operare in un settore che ha da sempre trattato più che bene i suoi dipendenti, con retribuzioni generose e proporzionate al proprio impegno con stipendi decisamente rassicuranti.

Peraltro, suggerimenti provenienti dallo stesso settore che viene vissuto nella difficoltà attuale dal gioco d’azzardo e che possono senz’altro essere uno “strumento” più che valido anche per riuscire a capirne meglio le criticità al fine di poter studiare strategie per provvedere ad interventi particolarmente mirati per fronteggiare le problematiche più complesse e cercare di migliorare una situazione di vita commerciale ed economica che oggi per il gioco risulta essere decisamente disastrata.

Senza ombra di dubbio le due Commissioni, ed in modo particolare l’Antimafia, si faranno parte diligente per assorbire tutte le notizie possibili per riuscire a contrastare prima di tutto il resto l’illegalità che sta perseguitando le attività lecite del settore.

Infatti, serve tenere presente che tutto questo “malessere” del mondo dei giochi si trascina dall’emergenza pandemica sino ad oggi, e quindi per un periodo decisamente lungo, ed è un fenomeno che non tende a diminuire, anzi forse continua ad aumentare inaspettatamente. Cosa che è riuscita a costruire davanti al gioco legale una barriera fatta di attività illegali nettamente concorrenziali e difficili da contrastare con la sola legalità.

Di fatto, oggi necessita inderogabilmente il supporto di una nuova normativa che sia molto più severa nelle sanzioni ed ancora più attenta nel rintracciare le attività illegali che spesso e volentieri, purtroppo, appaiono sopratutto ai giocatori inesperti come attività legali ed autorizzate traendoli in inganno e mettendoli a rischio di incorrere in qualche “disguido spiacevole”.

Proprio per questo motivo, nel corso dell’audizione del Presidente di SAPAR presso la Commissione Antimafia sono state analizzate con particolare attenzione le illegalità riscontrate sugli apparecchi con vincita in danaro raccogliendo i suggerimenti della stessa associazione per studiare proposte per potenziare il contrasto alle mafie ed alla stessa illegalità.

Con l’occasione si è voluto altresì approfondire l’argomento dei giochi senza vincita di danaro che sono stati recentemente oggetto di interventi anche di sequestro da parte di ADM: si è voluto chiedere chiarimenti a SAPAR sul perché i biliardini, i ping-pong ed i cavallini a dondolo, indiscutibilmente giochi tradizionali ed innocui, venissero sottoposti ad obbligo di certificazioni supplementari.

Così, mettendo in pratica questo obbligo, i giochi tradizionali sono stati resi simili a quelli con vincita in danaro.

La richiesta di cui sopra partiva dal concetto che questi stessi apparecchi tradizionali potevano venire manomessi per consentire loro il gioco d’azzardo che però rimane concepibile soltanto per alcuni tipi di videogiochi che in alcuni casi venivano dotati di doppia scheda: una per poter fungere da slot machine e l’altra come terminale per il gioco d’azzardo

. Ma sicuramente il ping-pong od il cavallo a dondolo od infine anche i biliardini, che si sottolinea ancora sono “vecchi giochi tradizionali”, non potevano sicuramente incorrere in “questa manovra illegale”.

Ma a parte le domande su questi giochi si è affrontato di analizzare le problematiche inerenti all’illegalità negli apparecchi con vincita in danaro: la manomissione di tali apparecchiature di gioco, purtroppo, risulta decisamente frequente ed abilmente applicata dagli uomini della criminalità organizzata che è riuscita a volte ad infiltrarsi persino nel gioco legale.

Come ben conosce chi ama il mondo del gioco d’azzardo, e particolarmente chi è affezionato alle slot machine od alle videolottery le mafie, ed in modo particolare durante il periodo pandemico, è riuscita ad intrufolarsi nel gioco pubblico, approfittando del cattivo momento economico che il mondo del gioco è stato costretto a vivere con il lungo periodo di chiusura che è stato imposto dalle istituzioni.

Con il solito metodo mafioso accompagnato dall’usura, alcuni soggetti si sono inseriti anche nel gioco legale mantenendo apparentemente la facciata “pulita” con la presenza del concessionario, ma gestendo di fatto l’attività dall’interno con soggetti legati alla mafia che imponevano il loro modo di gestione dell’attività traendone un tornaconto illegale, ma decisamente interessante.

E questo riguarda le attività legali che hanno dovuto subire una specie di “subentro” da parte dell’illegalità accettando una situazione decisamente grave e rischiosa e conseguente al periodo pandemico che ha messo in debacle parecchie attività ludiche senza introiti.

Ma non si deve dimenticare che ammettere l’esistenza di un problema non deve preoccupare eccessivamente perché ciò significa che si è pronti a combatterlo con tutte le proprie forze. In aggiunta, sicuramente SAPAR ha comunicato esservi anche una forte presenza di attività commerciali illegali aperte al pubblico senza restrizione alcuna h/24 e, sopratutto, senza alcun rispetto della legge.

Ma appena le Forze dell’Ordine riescono a rintracciarne una e la fanno chiudere o comminano multe pesantissime, ne nasce un’altra in un posto diverso: luoghi sempre più difficili da rintracciare anche per le Forze di Polizia più addestrate.

Non c’è da meravigliarsi di questo poiché la criminalità è talmente organizzata che riesce spesso a sgusciare tra le maglie delle operazioni che vengono studiate a tavolino per intervenire sulle attività illegali con uno schieramento di uomini e di donne che in quelle stesse operazioni rischiano anche la vita.

Ed è a tutto questo che l’Antimafia si deve rivolgere usufruendo qualora possibile anche di qualche segnalazione di presenza di sleale concorrenza che viene notata ed intervenendo con le Forze di Polizia. Certo impresa non facile, ma non impossibile.


Ci Mettiamo la Faccia

Giornalista Vanessa Maggi

Vanessa Maggi

Giornalista

Gioco Sicuro e Legale

Firma

TwitterFacebookPinterestInvia Email

Pubblicazione: 5 Agosto 2022 ore 18:00
Casino Recensione Visita
888Casino
888 Casino
20€ Gratis + Fino a 500€
Visita
Snai Casino
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
Visita
Betway Casino
Betway Casino
50 Giri + 500€
Visita
Leovegas Casino
Leovegas Casino
250 Giri + 1000€
Visita
GiocoDigitale Casino
Gioco Digitale Casino
370 Giri + 500€
Visita
Eurobet Casino
Eurobet Casino
30 Giri + 1005€
Visita
Bwin Casino
Bwin Casino
50 Giri + 200€
Visita
StarCasinò
StarCasinò
50 Giri + 200€
Visita
Big Casino
Big Casino
55€ Gratis + 300€
Visita
William Hill Casino
William Hill Casino
200 Giri + 1000€
Visita
Netbet Casino
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
Visita
Pokerstars Casino
Pokerstars Casino
500 Giri + 2500€
Visita
Betflag Casino
Betflag Casino
1000€ Gratis + 1000€
Visita
Casino.com
Casino.com
10€ Gratis + 500€
Visita
Unibet Casino
Unibet Casino
100% Fino a 300€
Visita

 

ADM Gioco Responsabile

Il Gioco è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza patologica

Gioca Responsabilmente