C’è ancora chi pensa che le scommesse sportive siano dannose

le scommesse sportive si sforzano di essere sicure e divertenti ma ad alcuni non piacciono proprio

Non c’è ombra di dubbio che questo particolare momento per il mondo dei giochi e dei nuovi casino slot rappresenti l’occasione di essere sottoposto ad un attento esame in qualsiasi percorso voglia intraprendere: sarà, forse, perché nell’aria si sente aria di riordino nazionale dell’intero settore che autorizza i più scettici ed anche coloro che non conoscono in modo profondo le alchimie che “frequentano” assai spesso il settore, a metterci “il becco” per vedere cosa e come si muove l’intera industria ludica.

Cosa avrà in mente di fare il settore e come intende rinnovarsi?

Curiosità logica poiché il gioco si sta muovendo da solo per migliorarsi ed essendo motivato dalla prospettiva di una nuova normativa e distribuzione delle sue attività: situazioni che potrebbero dettare un nuovo futuro in tutti i suoi variegati segmenti che, obbiettivamente, nascondono tante possibilità di sviluppo.

Ma questo soltanto se il gioco non verrà messo in un angolo e davvero si riuscirà a vedere nascere la sua “ristrutturazione”, tanto attesa.

Così, il mondo dei giochi si vede coinvolto nell’iniziativa, tuttavia alquanto discussa, del finanziamento da parte del segmento delle scommesse a favore delle società sportive, movimentazione che forse potrebbe anche coinvolgere il segmento degli e-Sports che stanno prendendo sempre più spazio nelle scelte del pubblico ed attività che comincia ad essere seguita con più attenzione, e non solo per curiosità, ma anche con il “retro-gusto” dell’affare e dell’investimento concreto che potrebbe riservare e che, sino ad ora, almeno nel nostro Paese non è molto sviluppata.

Serve guardare lo scenario di questo connubio dai due punti di vista: quello del gioco e quello dello sport che continua a ravvedere ciò che aveva visto prima del divieto della pubblicità che ha interrotto quella fantastica sinergia che si era creata tra i due settori e che aveva portato estrema soddisfazione ad entrambi.

Infatti, il finanziamento dello sport da parte del settore delle scommesse va comunque visto sotto il profilo delle importanti interazioni che riguardano i due mondi.

Scommesse e sport sono sempre andati avanti per anni con contratti in termini di sponsorizzazioni ed entrambi i mondi hanno tratto notevoli vantaggi: ma è un rapporto che dovrebbe essere visto per ciò che entrambi rappresentano a livello di ruolo per l’intrattenimento.

È una cosa che non si può negare: il mondo degli scommettitori predilige puntare sulle partite di calcio ed è estremamente coinvolto in questi avvenimenti.

Si parla, ovviamente, sempre di scommesse legali e non si vuole nemmeno sfiorare il discorso di quelle illegali, o degli eventi sportivi truccati: grande cruccio di entrambi i settori, in modo particolare quando la manipolazione delle partite avviene anche nel mondo sportivo dei ragazzi che mai dovrebbero venire coinvolti in questi “giri” oltre tutto anche pericolosi e che i giovani sportivi non riuscirebbero mai a fronteggiare e gestire. Infatti, non bisogna dimenticare che le scommesse illegali sono gestite principalmente dalla criminalità organizzata e ”quelli” non scherzano!

Invece, qui si vuole esclusivamente parlare delle scommesse sulle partite di calcio che di certo hanno un ruolo di vero intrattenimento, ma anche sottolineare che il gioco e le scommesse in particolare vengono frequentati da giocatori “normali” e non “dipendenti dal gioco”. Non si può continuare a pensare che il mondo del gioco sia meta esclusiva di persone coinvolte nel gioco problematico o compulsive: il mondo del gioco è divertimento e non disperazione ed andrebbe finalmente visto sotto questa luce.

Ne è logico sostenere come a volte accade, che chiunque si avvicina al gioco debba per forza essere coinvolto in una dipendenza: sono senz’altro altri i settori che portano ad una dipendenza grave e che va a coinvolgere anche l’esistenza di terze persone che vengono purtroppo trascinate in situazioni tragiche e che portano troppo spesso, e la cronaca ne è testimone, ad episodi mortali.

Infatti, l’alcol e la droga sono gli sgradevoli interpreti di tanti incidenti che lasciano sulle strade persone innocenti che “passavano lì per caso” ed è questa la cosa davvero tragica.

Ma ritornando alle scommesse, ed al connubio tra gioco e sport, sta facendo capolino l’idea che tra questi due mondi così divertenti si possa anche sviluppare un mercato attraverso le competizioni degli e-Sports: a mezzo, quindi, dei videogame che coinvolgono forse ancora poche persone in proporzione allo sport “classico”, ma giochi che potrebbero aprire scenari economicamente apprezzabili.

E se si dà per assodato che il connubio tra gioco e sport a mezzo delle scommesse va per la maggiore e dà “soddisfazione economica” si potrebbe anche guardare verso uno sviluppo importante se si dovessero aprire le scommesse agli eventi virtuali.

In effetti si aprirebbe ancora in modo maggiore la scena sportiva e competitiva, senza scordare che questi due mondi sono sempre più proiettati verso il digitale e quindi verrebbe coinvolto anche il segmento delle scommesse. Potrebbe rappresentare una fetta di futuro del gioco credibile per entrambi i settori, e comunque da non sottovalutare.

È chiaro che gli stessi settori, gioco, poker e sport, sono stati schiacciati dall’emergenza pandemica per le tante chiusure cui sono stati sottoposti: completamente per le attività del gioco pubblico, e riaperture a singhiozzo per quello che riguarda gli stadi che hanno portato disagi alle società sportive che stentano decisamente a riprendersi, anche se in quel mondo sportivo girano davvero cifre da capogiro per i campioni che acquisiscono ingaggi al di fuori di ogni possibile logica.

Ma tant’è, quello è il loro mondo e dovranno trovare in ogni caso un modo per “ridimensionarsi”, che non sembra tanto raggiungibile come obbiettivo, considerando che i giocatori sono sempre più “pieni di sé” e di quello che il mercato può loro offrire.

Sono ben lontani i tempi delle “bandiere” delle squadre! Oggi non esistono più: oggi si parla soltanto di professionisti che quando si muovono, si portano dietro un “codazzo di addetti ai lavori” che non si comprende se abbiano mai il bisogno di esistere.

Ma quello è “un altro gioco”: invece, il “nostro mondo dei giochi” è molto più povero, e decisamente in disagio post-pandemìa, ma decisamente meno pretenzioso del mondo dello sport e del calcio in particolare.


Ci Mettiamo la Faccia

Giornalista Vanessa Maggi

Vanessa Maggi

Giornalista

Gioco Sicuro e Legale

Firma

TwitterFacebookPinterestInvia Email

Pubblicazione: 20 Febbraio 2022 ore 18:00
Casino Recensione Visita
888Casino
888 Casino
20€ Gratis + Fino a 500€
Visita
Snai Casino
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
Visita
Betway Casino
Betway Casino
50 Giri + 500€
Visita
Leovegas Casino
Leovegas Casino
250 Giri + 1000€
Visita
GiocoDigitale Casino
Gioco Digitale Casino
370 Giri + 500€
Visita
Eurobet Casino
Eurobet Casino
30 Giri + 1005€
Visita
Bwin Casino
Bwin Casino
50 Giri + 200€
Visita
StarCasinò
StarCasinò
50 Giri + 200€
Visita
Big Casino
Big Casino
55€ Gratis + 300€
Visita
William Hill Casino
William Hill Casino
200 Giri + 1000€
Visita
Netbet Casino
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
Visita
Pokerstars Casino
Pokerstars Casino
500 Giri + 2500€
Visita
Betflag Casino
Betflag Casino
1000€ Gratis + 1000€
Visita
Casino.com
Casino.com
10€ Gratis + 500€
Visita
Unibet Casino
Unibet Casino
100% Fino a 300€
Visita

 

ADM Gioco Responsabile

Il Gioco è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza patologica

Gioca Responsabilmente