Al via molte campagne informative sul gioco d’azzardo legale

campagne informative su gioco azzardo legale italiano

Che ADM abbia sostanzialmente cambiato faccia ed impegno verso alcuni settori sembra alquanto evidente. In tante occasioni si è sottolineato quanto si sia espresso il suo massimo dirigente proprio nei confronti del gioco pubblico, compresi i siti per giocare al casino, con l’obbiettivo di far “ricredere l’opinione pubblica” sull’immagine che recentemente ha accompagnato il settore ludico ed i suoi operatori, ovviamente compresa anche la demonizzazione che il vecchio Esecutivo ha messo in campo: infatti, quest’ultimo non ha tralasciato occasione per esternare palesemente quanto si trattasse di un settore “immorale ed approfittatore delle debolezze altrui”, così come i suoi operatori senz’altro personaggi di dubbia moralità. Dopo “questa delicata presentazione” che da un paio d’anni viene sistematicamente resa pubblica sul mondo del gioco d’azzardo e su tutto quello che vi gravita attorno, è evidente che l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli si stia dando da fare con campagne di informazione per “sfatare” tali affermazioni così negative su di un settore che ha senz’altro risvolti positivi per il Paese.

Almeno per quel che riguarda l’occupazione dei circa 150mila lavoratori e per le risorse che vengono immesse nelle casse dell’Erario e che vengono usate per la quadratura dei bilanci statali. É giusto che questo si sappia e venga portato a conoscenza dei cittadini che sono così abituati a sentir parlare male del gioco pubblico che sono portati a guardare le sue attività con una certa circospezione. Ecco spiegata la motivazione che porta a far conoscere gli interventi effettuati appunto da ADM a mezzo di campagne di informazione per la conoscenza della cultura del gioco d’azzardo, ma anche per altri argomenti estremamente importanti per la rinascita dell’economia italica: come, per fare un esempio, la lotta alla contraffazione, la tutela del Made in Italy ed, infine, sul consumo di prodotti pericolosi per la salute. Tali iniziative ad opera di ADM Liguria-Piemonte-Valle d’Aosta si basano su un protocollo di intesa con il Comune di Genova e con la Polizia Locale da sempre coinvolta da ADM nelle sue particolari campagne.

D’altra parte, da sempre chi scrive sta portando avanti il concetto, sopratutto nel gioco, che per contrastare le eventuali devianze che possono scaturire da un errato avvicinamento ad un prodotto l’unica strada percorribile con successo è l’informazione e la conoscenza del prodotto medesimo. Cosa che si attanaglia perfettamente al mondo del gioco così pieno di offerte e di prodotti per cui il consumatore deve essere perfettamente consapevole di “cosa incontra” e cosa può provocare un suo errato avvicinamento. Le campagne di informazione sono uno strumento più che convincente e sono realisticamente più positive rispetto ai vari distanziometri o le fasce orarie di accensione degli apparecchi di gioco che non raggiungono gli obbiettivi che dovrebbero avere nella loro ottica finale. La conoscenza e la cultura di un prodotto, invece, fanno in modo che un individuo conosca ciò che incontra riconoscendo i suoi pericoli (perché onestamente possono esserci) e se li conosce è portato ad evitarli.

Ma, per tornare all’iniziativa delle campagne di informazione di ADM, le stesse coinvolgono il rafforzamento delle azioni per contrastare la vendita di prodotti con etichette false per origine, provenienza o qualità e per reprimere il fenomeno esteso della falsificazione dei loro documenti di viaggio e delle irregolarità nella distribuzione. Oltre alla violazione di queste norme le campagne desiderano promuovere la cultura del consumo consapevole e sicuro di tutti i prodotti al fine di ostacolare il commercio illecito di merci irregolari e contraffatte: ma hanno anche l’obbiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sulle procedure per favorire il commercio legale dei prodotti. L’unica strada che garantisce il rispetto degli standard di qualità per l’utente finale in termini di sicurezza e per la salute individuale. Il protocollo firmato tra ADM ed il Corpo di Polizia ha anche lo scopo primario di aumentare gli scambi informativi per rafforzare il contrasto all’illegalità che purtroppo, particolarmente durante la pandemìa, si è rafforzata con danni gravissimi proprio per i consumatori che possono essere tratti in inganno.

L’emergenza sanitaria, unita a quella economica, stanno provocando danni ingenti al sociale: i cittadini hanno meno possibilità economiche e sono incentivati a far ricadere le scelte “sul risparmio” che in linea di massima conducono a prodotti falsi e di conseguenza illegali anche se, ovviamente, meno costosi e più allettanti per le tasche di tutti noi: tasche sensibilmente provate da questi mesi difficili anche sotto un punto di vista dell’occupazione poiché tante imprese hanno dovuto chiudere i battenti lasciando i dipendenti senza lavoro. Tra tutte queste imprese se ne trovano veramente tante che si occupano di gioco pubblico e scommesse online: quelle che non sono riuscite a fronteggiare tanti mesi di stop forzato, e senza praticamente alcun sostegno da parte del Governo che troppe volte non è riuscito a proteggere il gioco legale, e che con tale atteggiamento ha favorito “inconsciamente” quello che lecito senza dubbio non lo è.

Quel mondo del gioco lecito che è grande, delicato, forse anche scomodo. Ma che è, in ogni caso, ricercato dai suoi frequentatori abituali (ma giocatori né problematici né patologici): soltanto persone che si vogliono divertire e che in questi mesi si sono trovati completamente privati del loro intrattenimento. sopratutto di quello terrestre perennemente chiuso. Giocatori che hanno scelto di rivolgersi al gioco online ed al poker online, ma consumatori che devono essere consapevoli quali siano le piattaforme usare per stare in compagnia unicamente del gioco legale. Ma in Italia, come si sa, purtroppo vige l’autorevole divieto assoluto della pubblicità ai giochi, a mezzo del decreto Dignità di buona memoria: provvedimento che mette in crisi i giocatori che fanno difficoltà a riconoscere il gioco legale da quello illecito. Ecco perché le campagne di informazione messe in campo da ADM Liguria-Piemonte e Valle D’Aosta dovrebbero essere estese in tutti i territori per aiutare i “clienti del gioco” ad essere certi di cosa cercano, dove lo cercano, e con chi si divertono. Deve essere tutto alla luce del sole e nell’assoluta tutela di chi si vuole divertire giocando: il gioco d’altra parte è puro divertimento, basta conoscere tutti i suoi risvolti con responsabilità.


Ci Mettiamo la Faccia

Giornalista Vanessa Maggi

Vanessa Maggi

Giornalista

Gioco Sicuro e Legale

Firma

TwitterFacebookPinterestInvia Email

Pubblicazione: 26 Febbraio 2021 ore 18:00
Casino Recensione Visita
888Casino
888 Casino
20€ Gratis + Fino a 500€
Visita
Snai Casino
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
Visita
Betway Casino
Betway Casino
50 Giri + 500€
Visita
Leovegas Casino
Leovegas Casino
250 Giri + 1000€
Visita
GiocoDigitale Casino
Gioco Digitale Casino
370 Giri + 500€
Visita
Eurobet Casino
Eurobet Casino
30 Giri + 1005€
Visita
Bwin Casino
Bwin Casino
50 Giri + 200€
Visita
StarCasinò
StarCasinò
50 Giri + 200€
Visita
Big Casino
Big Casino
55€ Gratis + 300€
Visita
William Hill Casino
William Hill Casino
200 Giri + 1000€
Visita
Netbet Casino
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
Visita
Pokerstars Casino
Pokerstars Casino
500 Giri + 2500€
Visita
Betflag Casino
Betflag Casino
1000€ Gratis + 1000€
Visita
Casino.com
Casino.com
10€ Gratis + 500€
Visita
Unibet Casino
Unibet Casino
100% Fino a 300€
Visita

 

ADM Gioco Responsabile

Il Gioco è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza patologica

Gioca Responsabilmente