ADM segue e coccola il comparto del Gioco d’azzardo Legale

grande sforzo di adm per coccolare il gioco legale

Molto sinceramente sin dal periodo pre-pandemico che dopo e durante i vari lockdown imposti alle attività di gioco, sia infine alla riapertura del gioco terrestre si è evidenziato il “tanto far bene” dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli che ha seguito l’intero settore ludico con estremo interesse, cura e forza d’animo sorretta dalla costanza.

ADM ha cercato perennemente una mediazione tra il mondo dei giochi e le Istituzioni, sempre affaccendate in tantissimi problemi prima nella situazione di emergenza pandemica e successivamente con le tante criticità che si stanno sommando, incalzando sempre di più la politica per gli interventi da effettuarsi a favore del gioco pubblico.

Il Governo centrale senza dubbio era così in tante “faccende affaccendato” che non ha avuto tempo e modo per assistere il settore del gioco con il rispetto e la velocità di intervento che la situazione di estremo disagio di tutte le “Riserve di Stato” richiedeva proprio per il periodo che stavano attraversando e che stava coinvolgendo anche l’occupazione che ha compromesso tanti altri settori.

Ma in mezzo a tutto ciò spiccava sempre il lavoro instancabile di ADM, dei suoi funzionari e del suo Direttore Generale che non tralasciava alcuna occasione per “perorare” gli interessi delle migliaia di imprese ludiche che non riuscivano ad andare avanti anche per colpa della rinascita del gioco illegale che, approfittando della totale chiusura del gioco legale, trovava il mercato sguarnito e non si rendeva quasi conto di avere una opportunità così ghiotta e “produttiva a livello economico”.

Una concorrenza senza pari con la quale il gioco pubblico, compresi i casino online ADM, si doveva confrontare e che ha continuato ad espandersi anche alla ripartenza del gioco terrestre che ancora oggi vi sta lottando contro con pochi risultati pratici.

L’illegalità, indiscutibilmente, ha allungato i suoi tentacoli sul mercato ed ora è veramente difficile “tagliarli” e far ritornare la legalità a regnare su tutto l’italico territorio: ma sia le Forze dell’Ordine che ADM stanno mettendo in campo il loro meglio e si starà a vedere cosa accadrà.

Proprio con riferimento al lavoro di ADM si vuole dare un’occhiata al suo bilancio del 2021 pubblicato recentemente: da questo resoconto si percepisce che l’incidenza del periodo pandemico è tuttora presente sul mercato e che si riflette sugli introiti complessivi del gioco, almeno quelli accertati, che purtroppo si fermano a “soltanto” 8,4 miliardi di euro, e terribilmente lontani dagli 11,4 del 2019, quindi prima della pandemìa.

D’altra parte, occorre ricordare che per tanti mesi del 2021 molti esercizi di gioco e scommesse sullo sport sono stati obbligati ancora alla chiusura forzata a causa della paura che nei punti di gioco si potesse verificare un numero alto di casi di contagio e questo ha senz’altro contribuito a non far crescere la raccolta, ovviamente.

Nonostante questo, complessivamente, il 2021 ha fatto registrare un aumento di oltre il 16% rispetto al 2020 relativamente alle entrate erariali ludiche a fronte di un aumento della spesa dei giocatori di circa il 18% rispetto sempre all’annus horribilis 2020.

Non c’è dubbio che ADM in quei periodi decisamente particolari in cui il gioco si è trovato “letteralmente abbandonato” dalle istituzioni sia da un punto di vista logistico, per le chiusure che sono state imposte, sia come sostegni economici che sono arrivati, ed ovviamente non a tutte le imprese, in “entità veramente ridicole”, ha cercato di stare accanto al settore ed alle sue imprese.

E come? Sopratutto continuando a fare controlli, che nel 2021 sono stati oltre 23.500, cercando così di eliminare i punti illegali che potevano dare certamente fastidio al gioco pubblico. Poi ADM si è impegnata molto per il controllo del divieto dell’accesso dei minori al gioco che durante l’onda lunga della pandemìa si è fatto sentire in modo particolare.

Oltre al controllo del gioco terrestre, ADM ha provveduto a tenere sotto controllo anche i siti internet e ne ha inibiti quasi duecento che offrivano gioco illegale: ed anche questo entrava in concorrenza con le piattaforme di gioco autorizzate.

Inoltre parlando di gioco legale, e quindi di gioco sicuro, l’Agenzia ha sviluppato ulteriormente il monitoraggio dell’offerta legale e per questo ha messo in funzione “una carta in più” come attività di contrasto all’illegalità tramite il coinvolgimento del Comitato per la prevenzione e la repressione del gioco illegale, forse meglio conosciuto come Co.Pre.Gi. anche attraverso un’innovazione sul territorio con “l’agente sotto copertura”.

Ma ADM ha anche sviluppato banche dati qualitative in grado di fornire indici di rischio degli operatori e continuando a mantenere ben saldi i rapporti e la collaborazione con le istituzioni preposte in materia di riciclaggio e transazioni.

E non solo: ADM non si è “fatta mancare niente” ed è anche intervenuta per sostenere e perorare il riordino nazionale del gioco, poker compreso, continuando a ribadire che ciò rientrava in un percorso da portare a termine assolutamente per mettere dietro le spalle, finalmente ed una volta per tutte, l’arcinota Questione Territoriale che da anni “martorizza” il gioco pubblico terrestre non lasciandolo lavorare in tranquillità e non consentendo di far eseguire le famose gare per l’attribuzione di nuove concessioni.

Il gioco pubblico per potersi riprendere dai due anni di pandemìa ha necessità di “essere libero”, di poter lavorare e sicuramente di non essere espulso dai propri territori, come oggi avviene nella maggior parte dello Stivale in forza delle famose Leggi Regionali “capestro” sul Gioco.

Cosa che ADM ha continuato a sollecitare anche al Governo Draghi che, però, aveva criticità forse più importanti del gioco da affrontare e del settore del gioco si è interessato poco se non per l’iniziativa, che comunque non aveva fatto nessun altro recente Esecutivo, della Legge Delega sul Gioco che avrebbe senz’altro potuto aprire le porte al riordino dell’intero settore ludico.

Il Dr. Minenna, Direttore Generale di ADM, ha continuato a portare avanti questo discorso sino alla crisi di Governo, ma si è certi che continuerà in questa assistenza al mondo dei giochi anche con il nuovo Esecutivo.


Ci Mettiamo la Faccia

Giornalista Vanessa Maggi

Vanessa Maggi

Giornalista

Gioco Sicuro e Legale

Firma

TwitterFacebookPinterestInvia Email

Pubblicazione: 18 Ottobre 2022 ore 09:00
Casino Recensione Visita
888Casino
888 Casino
20€ Gratis + Fino a 500€
Visita
Snai Casino
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
Visita
Betway Casino
Betway Casino
50 Giri + 500€
Visita
Leovegas Casino
Leovegas Casino
250 Giri + 1000€
Visita
GiocoDigitale Casino
Gioco Digitale Casino
370 Giri + 500€
Visita
Eurobet Casino
Eurobet Casino
30 Giri + 1005€
Visita
Bwin Casino
Bwin Casino
50 Giri + 200€
Visita
StarCasinò
StarCasinò
50 Giri + 200€
Visita
Big Casino
Big Casino
55€ Gratis + 300€
Visita
William Hill Casino
William Hill Casino
200 Giri + 1000€
Visita
Netbet Casino
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
Visita
Pokerstars Casino
Pokerstars Casino
500 Giri + 2500€
Visita
Betflag Casino
Betflag Casino
1000€ Gratis + 1000€
Visita
Casino.com
Casino.com
10€ Gratis + 500€
Visita
Unibet Casino
Unibet Casino
100% Fino a 300€
Visita

 

ADM Gioco Responsabile

Il Gioco è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza patologica

Gioca Responsabilmente