ADM: Alta la guardia per contrastare il gioco d’azzardo online illegale

la guardia di adm sempre piu alta per cercare di contrastare il fenomeno del gioco azzardo online illegale

Obbiettivamente, sembra che soltanto l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli abbia a cuore il mondo dei giochi e dei casino online ADM, che se lo stia “coccolando” e mettendo paletti attorno al gioco legale per difenderlo e per contrastare a muso duro il gioco illegale che stenta a “mollare la presa” e che sopratutto online sta diventando “ingestibile ed a volte introvabile”.

Questa volta l’intervento di ADM è quello di cercare di monitorare i PVR, punto vendita e ricarica, che sono oggetto di infiltrazioni mafiose che portano all’estendersi dell’illegalità e che vanno ben monitorati, controllati ed indirizzati: cosa che si sta facendo a mezzo di una circolare ai concessionari di gioco online per controllare le attività appunto di questi punti che operano con i concessionari di gioco a distanza per la sottoscrizione dei contratti di conto di gioco e la vendita delle carte di ricarica.

ADM, quindi, tanto per cambiare, al lavoro per rendere il gioco migliore, sicuro per la sua utenza e tutelato nei confronti dell’illegalità che mette in campo quella concorrenza sleale tanto temuta.

Giro di vite voluto e messo in atto con la circolare di cui sopra stilata dall’Agenzia ed indirizzata ai concessionari online con riferimento ai punti di vendita e ricarica protagonisti con sempre più frequenza di fatti incresciosi, cosa che di certo ha allarmato ADM che ha provveduto a “tamponare” la situazione con l’invio di questo scritto.

In conseguenza proprio del comportamento atipico di alcuni PVR vengono invitati i concessionari del gioco a distanza a ricordare gli obblighi di controllo e di verifica presso gli esercizi commerciali sotto contratto poiché devono essere messe in campo tutte le misure destinate a presidiare le attività dei PVR al fine di rilevare la presenza di eventuali irregolarità.

Qualora vi fosse la presenza di reati, quali per esempio l’intermediazione nella raccolta del gioco od il riciclaggio di danaro, desunti e risultati da una verifica effettuata dallo stesso concessionario, la notizia va immediatamente comunicata ad ADM, come da preciso obbligo in capo agli esercizi di pubblico servizio.

E come risulta anche dai rapporti contrattuali in essere.

La responsabilità di eventuali violazioni che venissero rilevate a seguito dello svolgimento di attività di Polizia, in ogni caso, resta in capo ai concessionari del gioco a distanza e comportano effetti diretti sul corretto esercizio dei giochi ed alla correlata tutela prima dei giocatori, ma ovviamente anche degli interessi erariali.

Anche per sottolineare la responsabilità verso i PVR contrattualizzati, l’Agenzia con la circolare “ha voluto ricordare” ai concessionari i propri “doveri” di controllo verso i PVR che qui “ci piace” ricordare, sunteggiandone i principi.

Ovviamente, il primo compito del concessionario online è quello di comunicare l’elenco degli esercizi contrattualizzati per la sottoscrizione dei contratti di conto di gioco e la vendita di carte di ricarica agli uffici competenti per territorio dei Monopoli.

Contrattualmente è vietata l’apertura di conti di gioco intestati ai PVR, ai loro familiari, ai conviventi ed al personale dipendente e si richiede l’aggiornamento delle misure di geo-localizzazione degli indirizzi Ip utilizzati dai giocatori per garantire l’individuazione delle operazioni di gioco.

Nei contratti con i vari PVR vengono dettagliati alcuni incombenti in modo preciso e che si possono leggere così: 1) che si impegnino a rispettare la disciplina imposta alle loro attività; 2) che comunichino i propri indirizzi Ip pubblici e la tipologia di autorizzazione assunta per lo svolgimento della propria attività; 3) che forniscano al concessionario tutte le informazioni necessarie per le successive verifiche; 4) che consentano l’accesso al personale dell’Agenzia presso le proprie sedi ed anche per ciò che riguarda le dotazioni tecnologiche utilizzate anche nelle sedi dei fornitori terzi; 5) che trasmettano con cadenza mensile appositi report con le tipologie delle attività svolte con i relativi esiti, indicando in modo dettagliato qualsiasi anomalia che venga rilevata; 6) che si effettui la corrispondenza tra gli indirizzi Ip utilizzati dai giocatori e quelli comunicati dagli esercenti sotto contratto; 7) che si faccia l’analisi dei volumi del gioco effettuato su ciascun conto di gioco concluso presso gli esercizi commerciali.

Ed, infine, che venga analizzato il numero delle carte di ricarica vendute in ciascun esercizio per la sottoscrizione dei conti di gioco e la vendita di carte di ricarica e comparazione con il numero dei contratti sottoscritti. Come si vede da questo elenco di adempimenti che devono essere a carico dei PVR nei confronti dei concessionari del gioco online il rapporto tra questi interpreti è abbastanza esteso e dettagliato: si deve tenere presente che non si sono voluti elencare proprio tutti i doveri e gli obblighi che il PVR deve rispettare per non annoiare con un elenco lunghissimo composto da adempimenti contrattuali chi legge queste righe.

Ma quello che è stato scritto, anche se in modo sunteggiato, lo si è voluto riferire per vedere quanto può essere dettagliato ed impegnativo il rapporto contrattuale che dovrebbe mettere al sicuro il concessionario di gioco online, ed i suoi esercizi sotto controllo, ed avere l’obbiettivo primario di tutelare il giocatore ed il suo mondo ludico.

Ed è per questo rapporto così ben delineato che si stenta a comprendere la possibilità di una intromissione illegale: eppure questa infiltrazione c’è e se ne è accertata la presenza proprio in alcuni accessi effettuati dai funzionari di ADM che hanno il compito di monitorare le varie attività ludiche sul territorio.

E, purtroppo, non è un evento sporadico, la presenza dell’illegalità si è riscontrata in più occasioni. Evidentemente, questa movimentazione illegale è stata favorita dall’emergenza pandemica che ha fatto decisamente “decollare” l’illegalità.

O forse questo è ciò che piace pensare per non rientrare nella possibilità di avere anche in questo comparto del gioco delle forme di regolamentazione non perfette che consentono a chi lo sa fare di “intrufolarsi” senza troppi problemi: ed il che sarebbe peggio da un lato, ma non appesantirebbe ulteriormente le conseguenze della pandemìa che già ha un fardello alquanto pesante da portare e che ci riconduce a quella famosa chiusura totale di tutte le attività ludiche risultata sicuramente non idonea.


Ci Mettiamo la Faccia

Giornalista Vanessa Maggi

Vanessa Maggi

Giornalista

Gioco Sicuro e Legale

Firma

TwitterFacebookPinterestInvia Email

Pubblicazione: 16 Giugno 2022 ore 18:00
Casino Recensione Visita
888Casino
888 Casino
20€ Gratis + Fino a 500€
Visita
Snai Casino
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
Visita
Betway Casino
Betway Casino
50 Giri + 500€
Visita
Leovegas Casino
Leovegas Casino
250 Giri + 1000€
Visita
GiocoDigitale Casino
Gioco Digitale Casino
370 Giri + 500€
Visita
Eurobet Casino
Eurobet Casino
30 Giri + 1005€
Visita
Bwin Casino
Bwin Casino
50 Giri + 200€
Visita
StarCasinò
StarCasinò
50 Giri + 200€
Visita
Big Casino
Big Casino
55€ Gratis + 300€
Visita
William Hill Casino
William Hill Casino
200 Giri + 1000€
Visita
Netbet Casino
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
Visita
Pokerstars Casino
Pokerstars Casino
500 Giri + 2500€
Visita
Betflag Casino
Betflag Casino
1000€ Gratis + 1000€
Visita
Casino.com
Casino.com
10€ Gratis + 500€
Visita
Unibet Casino
Unibet Casino
100% Fino a 300€
Visita

 

ADM Gioco Responsabile

Il Gioco è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza patologica

Gioca Responsabilmente