ADM al lavoro per ridare credibilità al gioco d’azzardo

adm vuole che il gioco torni credibile

L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli è “un fiume in piena” e continua ad esternare riflessioni su quanto è accaduto al mondo dei giochi ed ai casino online ADM dall’inizio dell’emergenza sanitaria, si parla del marzo 2020: è un periodo lunghissimo che l’intero Paese ha dovuto affrontare tra tante restrizioni suggerite a livello istituzionale alla cittadinanza ed alle imprese per contrastare il virus e tutelare la salute di tutti. Ma, come continua a sottolineare il Direttore Generale di ADM, in questo periodo vi sono state alcune “attività non essenziali” che hanno pagato un prezzo troppo alto alla pandemìa, e qui si sta parlando del mondo dei giochi che a prescindere da pochissimi periodi di apertura tra aprile e settembre 2020 è rimasto desolatamente chiuso da ottobre del medesimo anno sino a maggio 2021: ed alcune attività riapriranno durante questo mese di giugno ed altre ancora a luglio. È stata una cosa inconcepibile, questa chiusura, che ha portato danni più che ingenti a tutto il settore e, purtroppo, anche a tanti lavoratori, e non solo.

Infatti, la chiusura così prolungata del gioco d’azzardo pubblico, imposta senz’altro a salvaguardia della salute, ha condizionato la presenza della legalità sul territorio facendo riemergere, purtroppo, quell’illegalità che da tanti anni sia lo Stato che le imprese che lo rappresentano hanno combattuto strenuamente. Ma la tutela della salute può bloccare un intero settore che opera nella legalità più assoluta senza che si possa fare qualcosa perché ciò non accada? Forse, si potevano applicare protocolli ancora più restrittivi per il settore ludico, come sono stati (forse) applicati in altre attività senza dubbio più a rischio di quelle che si svolgono nei punti di gioco dove la presenza dei giocatori poteva essere controllata tranquillamente, come tutte le altre operazioni che si potevano effettuare negli esercizi dove ci si occupa del gioco d’azzardo. Ma, purtroppo, non è stato così ed il mondo ludico sta pagando economicamente in modo sproporzionato decisioni e valutazioni senz’altro errate o che, comunque, potevano essere riviste con l’esperienza acquisita durante il periodo pandemico.

Situazione che non si è voluta affrontare e, sopratutto, che non si è effettuata praticamente. Ma, considerato che l’esigenza della salute pubblica è senz’altro prioritaria, bisognava forse evitare che da questa tutela potessero discendere danni così disastrosi per il settore dei giochi, con tantissime aziende legali e sicure chiuse per sempre e con i dipendenti licenziati ed attualmente senza lavoro. Indiscutibilmente, il gioco pubblico è svolto dai concessionari di Stato e, quindi, era da considerarsi un “attività (assolutamente) essenziale” per contrastare l’attività illegale e per rappresentare la legalità. Cosa che, invece, è stata troppo sottovalutata o, quanto meno, sottovalutata per troppo tempo prendendo atto del lunghissimo lockdown imposto proprio al gioco pubblico che avrebbe dovuto essere salvaguardato maggiormente per i risultati che poi si sono raccolti: la presenza inevitabile di troppa criminalità organizzata che, come si sa, con il gioco d’azzardo ha un binario privilegiato nella scelta e nel quale riescono anche ad affiancare ed organizzare altri affari diversi dal gioco e dalle scommesse illecite: quello dell’usura.

È un comparto illegale particolarmente sviluppato in questo periodo emergenziale dove manca la liquidità, le imprese hanno tantissime spese che non riescono ad affrontare e, quindi, diventano facile bersaglio dell’immensa liquidità che la criminalità possiede e può mettere a disposizione. Ma ritornando alla chiusura prolungata del gioco legale ed anche del gioco con soldi veri tramite app, ADM deve anche sottolineare che questa ha provocato lo spostamento delle scelte di gioco da parte dei frequentatori del settore verso il gioco illegale perché questi giocatori sono rimasti coinvolti in questi punti di gioco che sono “vestiti di legalità” e si presentano ai giocatori come se fossero punti autorizzati creando parecchia confusione in chi vi si avvicina. Proprio per questo la stessa ADM insieme a Copregi, Comitato per la prevenzione e la repressione del gioco illegale, ed anche alla Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza, sta intervenendo su tutto il territorio per reprimere questo tipo di attività assolutamente pericolose perché includono diversi tipi di reato.

Sono stati messi in campo parecchi interventi in oltre 50 province, elevate sanzioni per milioni di euro ed operazioni che continuano a svolgersi perché la massa di queste attività illegali è enorme e richiede parecchia attenzione da parte di tutte le Forze dell’Ordine. Ma tutto questo poteva essere evitato con una valutazione più attenta delle attività legali di gioco? Meno male che in questi giorni tante attività ludiche hanno potuto riaprire in “zona bianca” e, fortunatamente, tante altre lo potranno fare a breve anche in previsione degli Europei di Calcio, appena iniziati, e che porteranno i giocatori a scommettere essendo il calcio “ambiente favorevole per le scommesse”. Figuriamoci se non si fosse provveduto alla riapertura “per tempo” del gioco legale! Tutti gli introiti sarebbero finite nelle tasche della criminalità, con tanti saluti per le relative risorse che sicuramente non sarebbero andate a finire nelle casse erariali. In ogni caso, ADM proprio per questo evento ha attivato una lente di ingrandimento ed aperto relazioni istituzionali con il CONI e con la FEDERCALCIO per tenere alta l’attenzione e monitorare il fenomeno delle scommesse sportive.

Sicuramente, l’argomento degli Europei di calcio, ed il relativo sviluppo delle scommesse, è da affrontare con attenzione poiché l’illegalità insinuandosi in questo segmento potrebbe interferire con lo svolgimento regolare degli avvenimenti sportivi, andando ad alterare i risultati delle competizioni. Per questo motivo ADM deve prestare estrema attenzione, special modo durante gli Europei, a tutto il mondo delle scommesse che comporta una movimentazione economica estremamente rilevante e di estremo interesse per la criminalità organizzata che vive questo segmento impegnando grossi ed accattivanti importi per gli scommettitori: ma si deve stare attenti ovviamente non solo allo svolgimento degli Europei, argomento di attualità, ma anche a ciò che avviene in qualsiasi altro genere di attività sportiva. Il settore dei giochi e del poker, oltre tutto, è disciplinato da troppe norme a volte contraddittorie che rendono forse il lavoro di chi monitora questo mondo particolarmente difficile: ci deve essere, quindi, impegno e sinergia incondizionati tra ADM e SOGEI per garantire la legalità in tutti gli incontri.


Ci Mettiamo la Faccia

Giornalista Vanessa Maggi

Vanessa Maggi

Giornalista

Gioco Sicuro e Legale

Firma

TwitterFacebookPinterestInvia Email

Pubblicazione: 23 Giugno 2021 ore 14:47
Casino Recensione Visita
888Casino
888 Casino
20€ Gratis + Fino a 500€
Visita
Snai Casino
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
Visita
Betway Casino
Betway Casino
50 Giri + 500€
Visita
Leovegas Casino
Leovegas Casino
250 Giri + 1000€
Visita
GiocoDigitale Casino
Gioco Digitale Casino
370 Giri + 500€
Visita
Eurobet Casino
Eurobet Casino
30 Giri + 1005€
Visita
Bwin Casino
Bwin Casino
50 Giri + 200€
Visita
StarCasinò
StarCasinò
50 Giri + 200€
Visita
Big Casino
Big Casino
55€ Gratis + 300€
Visita
William Hill Casino
William Hill Casino
200 Giri + 1000€
Visita
Netbet Casino
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
Visita
Pokerstars Casino
Pokerstars Casino
500 Giri + 2500€
Visita
Betflag Casino
Betflag Casino
1000€ Gratis + 1000€
Visita
Casino.com
Casino.com
10€ Gratis + 500€
Visita
Unibet Casino
Unibet Casino
100% Fino a 300€
Visita

 

ADM Gioco Responsabile

Il Gioco è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza patologica

Gioca Responsabilmente