Un’autocertificazione per le piattaforme di gioco online

bollino sicurezza piattaforme gioco online

Il mondo del gioco pubblico, in tutti i suoi comparti, quello online e nello specifico il poker, i casinò, le scommesse su eventi sportivi e non ed il bingo, vogliono mettere in campo una sorta di “fai da te” per rendere ancora più sicuro il loro mondo legale dei giochi che deve confrontarsi con le normative locali ed i provvedimenti governativi che ne stanno condizionando il suo “vivere commerciale”: ma, a parte tutto questo, l’obbiettivo di questo settore è quello di elevare i propri standard di sicurezza per garantire i giocatori prima di tutto e poi, se possibile, difendersi dall’illegalità che appunto agevolata da tutte queste restrizioni sta di nuovo “agguantando” il mercato e denota sempre di più la presenza di operatori purtroppo non autorizzati. Non vi è dubbio, poi, che a seguito del divieto della pubblicità contenuto nel Decreto Dignità, coloro che maggiormente ne faranno le spese, saranno proprio le piattaforme online che devono assolutamente tutelarsi per proporre un‘offerta precisa, legale, tutelata: in questa direzione si è mossa l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli che ha pubblicato, in questi giorni, la versione 2.0 delle Linee Guida per conseguire una certificazione di qualità resa da un organismo di verifica.

Per fare poi migliore chiarezza in relazione a questo attestato valevo anche per le piattaforme casino online italiane, si vuole riferire che: il “bollino di certificazione” oggi risulta indispensabile per una piattaforma di gioco online che deve essere sicura ed affidabile per il proprio utente e che lo sarà soltanto superando tutti i vari test che tale certificazione richiede. Per ottenere l’emissione di tale documento la piattaforma di gioco online deve rispettare un numero considerevole di requisiti, dettati proprio dalle “Linee Giuda per la certificazione della piattaforma di gioco” disponibile nella versione 2.0 che indicano tutte le caratteristiche indispensabili e che rappresentano, ovviamente, garanzia per il giocatore. É fin troppo evidente che il gioco legale permette, esistendo sul territorio, allo stesso giocatore di non incorrere e scontrarsi con organizzazioni criminali per accontentare le sue esigenze di gioco e di avere un ambiente controllato nel quale si garantisce una percentuale alta in vincite di ritorno dalle somme impiegate.

Per arrivare alla prima certificazione della piattaforma, si effettuano prove operative sullo sviluppo della medesima, verificando alcune funzionalità: accesso al conto di gioco ed accesso ai giochi, imputazione delle vincite, operazioni di pagamento ed incasso, autolimitazioni di gioco responsabile, memorizzazione e visualizzazione per il giocatore di tutto il gioco passato, presenza di link che richiamano al gioco responsabile ed avvisi sui rischi di gioco. La piattaforma, poi, deve assolutamente garantire la tutela della riservatezza delle informazioni attraverso il rispetto, per esempio, del Regolamento generale sulla protezione dei dati: sopratutto, deve effettuare ogni possibile contromisura relativamente alla possibilità di eventuali attacchi informatici. Per questo le piattaforme vengono mantenute sicure operando gli opportuni aggiornamenti sul software e sull’hardware e devono sottostare annualmente ad approfonditi test di sicurezza che stabiliscono eventuali vulnerabilità del sistema.

Non si finirà mai di ripetere da queste righe che l’illegalità, in tutte le sue forme, non garantisce nulla e giocando con le piattaforme illecite bisognerà confrontarsi con l’incertezza delle operazioni svolte al loro interno. Ed ancora: la normativa che è in essere sul nostro territorio impone alle piattaforme alcune “funzionalità di tutela del giocatore e di gioco responsabile”. Esiste, quindi, la limitazione-autolimitazione dell’accesso e delle spese del giocatore che concretizzano un tentativo per contrastare il gioco problematico e la spesa eccessiva nel gioco: ovvio che siano interventi palliativi, ma sono in ogni caso contromisure che non sono presenti nelle piattaforme illegali che, a loro volta invece, incoraggiano il gioco e quindi favoriscono l’abuso del gioco d’azzardo. Nelle piattaforme italiane in effetti vi sono limiti stringenti per l’accesso ed il giocatore viene identificato dal codice fiscale e, di conseguenza, non può avere due conti sulla stessa piattaforma.

Ovvio che questo serve per controllare l’età per partecipare ai giochi che non può essere inferiore agli anni 18: e poi i dati che vengono inseriti vengono validati dal sistema centrale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e se il nominativo dichiarato al momento della registrazione non corrisponde al codice fiscale… tutto si blocca. Se successivamente si vuole ritirare una vincita ogni giocatore si deve identificare inviando copia della propria carta di identità al concessionario. Una problematica, invece, che accomuna le piattaforme di gioco è la possibile collusione fra i giocatori ed è un fenomeno che preoccupa i concessionari e che, sopratutto, è difficile da contrastare: ma con questo obbiettivo gli operatori delle piattaforme si stanno applicando nell’analizzare ogni mano giocata e mettondo in evidenza eventuali comportamenti collusivi. Inoltre, i sistemi anti-collusione sono efficaci ed alcuni utilizzano tecniche di intelligenza artificiale: se qualcuno prova a colludere con un complice, sa di poter essere scoperto ed escluso da tutte le piattaforme di gioco lecito in Italia, piattaforme che hanno la possibilità di escludere i giocatori collusi e comunicare il tutto direttamente ad Adm che, a sua volta, può svolgere indagini per ulteriori sanzioni penali.

Un’ultima cosa, ma forse di estrema importanza per le piattaforme legali, è che le stesse non possono assolutamente erogare credito ai giocatori: elemento preciso, quest’ultimo, con cui le organizzazioni illegali che gestiscono le piattaforme illecite, legano a sé i propri giocatori. Ma ogni acquisto da parte di un giocatore viene comunicato in tempo reale al sistema centrale ADM, viene rilasciato un numero che può essere usato per verificare se la giocata è stata effettuata in modo regolare… o meno. Insomma, si può dire che si stia facendo di tutto per mettere le piattaforme lecite in condizioni di offrire, senza ombra di dubbio, qualcosa di più di quelle che non lo sono: la sicurezza, la tranquillità, la gioia di poter riscuotere la tanto agognata vincita rincorsa magari da un po’. E questo è un privilegio solo della legalità, il giocatore non deve mai perderlo di vista.


Ci Mettiamo la Faccia

Giornalista Vanessa Maggi

Vanessa Maggi

Giornalista

Gioco Sicuro e Legale

Firma

TwitterFacebookPinterestInvia Email

Pubblicazione: 23 Marzo 2019 ore 12:00
Casino Recensione Visita
888Casino
888 Casino
20€ Gratis + Fino a 500€
Visita
Snai Casino
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
Visita
Betway Casino
Betway Casino
50 Giri + 500€
Visita
Leovegas Casino
Leovegas Casino
250 Giri + 1000€
Visita
GiocoDigitale Casino
Gioco Digitale Casino
370 Giri + 500€
Visita
Eurobet Casino
Eurobet Casino
30 Giri + 1005€
Visita
Bwin Casino
Bwin Casino
50 Giri + 200€
Visita
StarCasinò
StarCasinò
50 Giri + 200€
Visita
Big Casino
Big Casino
55€ Gratis + 300€
Visita
William Hill Casino
William Hill Casino
200 Giri + 1000€
Visita
Netbet Casino
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
Visita
Pokerstars Casino
Pokerstars Casino
500 Giri + 2500€
Visita
Betflag Casino
Betflag Casino
1000€ Gratis + 1000€
Visita
Casino.com
Casino.com
10€ Gratis + 500€
Visita
Unibet Casino
Unibet Casino
100% Fino a 300€
Visita

 

ADM Gioco Responsabile

Il Gioco è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza patologica

Gioca Responsabilmente