Riapertura gioco d’azzardo: Sembra lontano il momento

tutto tace sulla riapertura del gioco azzardo legale

Si sperava davvero che nella Conferenza delle Regioni dello scorso 29 aprile si parlasse ufficialmente anche del ritorno al gioco delle apparecchiature da intrattenimento slot machine, così tanto ricercato dal suo “popolo di giocatori”: invece sono stati trattati i parchi a tema, giostre e luna park, quindi intrattenimento per i giovani e giovanissimi, che riaprirà molto probabilmente il 1° luglio con grande disappunto di tutti gli addetti ai lavori che subito si sono riuniti e scesi in piazza per manifestare il loro fortissimo malcontento. Ufficialmente, invece, per il gioco con vincita in danaro tutto ancora tace. Infatti, non è stato affrontato l’argomento della sua riapertura e, quindi, questo segmento può consolarsi soltanto con l’idea della possibile data del 2 giugno, giornata che si vocifera potrebbe essere quella giusta per rivedere funzionanti slot e Vlt. Finalmente, così, potrebbe essere soddisfatta la rincorsa a questo divertimento terrestre che ormai ha lasciato orfani i propri giocatori dall’ottobre 2020, anno che non sarà facile dimenticare.

E non solo per il gioco ed i migliori casino autorizzati in Italia, ovviamente, ma per tutti i settori travolti dallo tzunami Coronavirus che, imperterrito, continua a colpire a tradimento procurando vittime ogni giorno, nonostante la somministrazione dei vaccini stia continuando a crescere molto ordinatamente. Purtroppo, le vittime sono ancora tantissime e questo non può che provocare timore. Quindi, riapriranno le “attività ricreative”, parchi di divertimento ed a tema insieme ai luna park ed ai circoli: però si sperava che nella Conferenza tra le Regioni e le Province Autonome di fine aprile si potesse anche parlare del gioco con vincita in danaro che purtroppo non è stato ancora “nominato” e che inevitabilmente si dovrà rassegnare ancora una volta e continuare a programmare le sue attività soltanto sulla carta. Ma di certo il morale dei suoi addetti ai lavori non potrà essere “su di tono” e neppure positivo perché ogni volta che il comparto pensa e spera di partire, deve fare un passo indietro e restare in “religiosa attesa” del prossimo 2 giugno, data sottoposta da Claudio Durigon per la riapertura del gioco pubblico.

Il settore così concede al proprio neo-sottosegretario fiducia nel “suo dire e nel suo fare”, sperando che questo nuovo rapporto vada a svolgersi nell’interesse di tutto il settore ludico, così come promesso. Però, bisogna anche essere contenti del risultato ottenuto per i parchi di divertimento e di quelli a tema che potranno riaprire i battenti seppur il 1° luglio, cosa che senz’altro compromette in parte la stagione, e così potranno accogliere “l’orda di ragazzi e ragazzini” che dopo un anno di chiusura saranno alquanto scatenati e vogliosi di divertirsi in questi enormi spazi all’aperto, sempre seguendo i protocolli sanitari, ma con tanta gioia di potersi almeno rituffare in questi giochi d’azzardo così coinvolgenti. Per dare un quadro completo delle riaperture, ecco l’elenco delle varie attività di intrattenimento che ritorneranno a disposizione di grandi e piccini: giostre e luna park, parchi tematici, acquatici, d’avventura, parchi zoologici e faunistici: una gamma piuttosto vasta e di assoluto intrattenimento all’aperto e tutti posti di divertimento per le famiglie.

Ovviamente anche queste strutture, o meglio i loro gestori, sono obbligati a predisporre le adeguate informazioni sulla prevenzione che siano comprensibili anche per gli stranieri sia a mezzo di segnali o cartelloni, oppure con sistemi audio/video ed anche con personale istruito a dare esatte notizie ma anche a controllare il rispetto delle misure di prevenzione. L’apertura di queste strutture dovrebbe seguire l’iter di prenotazione e pagamento online in modo da evitare il più possibile contatti di persona e, pur nel rispetto della privacy, mantenere un registro delle presenze almeno per la durata di una quindicina di giorni. Altri elementi essenziali sono, innanzitutto la rilevazione della temperatura per impedire l’accesso in caso di >37,5 °C ed anche prevedere percorsi obbligati per l’accesso e l’uscita dagli impianti e se possibile fornirlo di tornelli o sbarre per permetterne l’apertura senza l’uso diretto delle mani. Sarebbe essenziale, e vale ovviamente per tutti i parchi, riorganizzare gli spazi per garantire un accesso ordinato ed evitare assembramenti anche per l’accesso alle singole attrazioni assicurandosi che venga rispettato il mantenimento di almeno un metro di distanza tra le persone.

Queste sono soltanto sommarie informazioni relative ai protocolli da seguire e si può vedere che le norme sono tante, ma assolutamente indispensabili per poter mantenere aperte tali attività: ma si è sicuri che tutta l’utenza che vuole godere di queste strutture è assolutamente disponibile a sottostare alle disposizioni ed iniziare a riprendere i vecchi divertimenti che sono mancati veramente tantissimo. Ora, in effetti, si va verso la bella stagione, verso i fine settimana dove risulta difficile stare nuovamente chiusi in casa: seguire regole per poter stare all’aperto e divertirsi sarà senz’altro meglio che sentirsi “reclusi” senza possibilità di giocare. E si è contenti sopratutto per quelle famiglie che hanno giovani o giovanissimi che già hanno dovuto passare attraverso l’esperienza della DAD che non è sicuramente il massimo della vita e della socializzazione e vedersi privare anche di qualche ora in questi parchi dedicati specialmente alla gioventù sarebbe stato davvero bruttissimo.

A prescindere che gli operatori del settore, anche quelli delle scommesse sportive online legali, se non fossero stati messi nella condizione di aprire in questo periodo avrebbero davvero avuto difficoltà di sopravvivere commercialmente con le proprie imprese ed i propri dipendenti. Onestamente, infatti, tutto il mondo del gioco e dell’intrattenimento ha subito veramente tanto da questa pandemìa e ci vorrà senz’altro molto tempo per poter riuscire a recuperare almeno in parte tutto ciò che si è perso nello scorso anno e durante l’inizio di questo 2021. Però, come si è detto tante volte, guardare indietro a nulla serve: invece, bisogna cercare di affrontare al meglio il futuro nel quale si ripongono tutte le speranze per rimettere in piedi l’industria del gioco e le sue tantissime imprese. E sempre con un occhio alla curva epidemiologica, alle colorazioni dei territori, alla somministrazione dei vaccini: insomma sembra un piano di battaglia per riuscire indenni da questa guerra sanitaria che non lascia niente di buono sul territorio.


Ci Mettiamo la Faccia

Giornalista Vanessa Maggi

Vanessa Maggi

Giornalista

Gioco Sicuro e Legale

Firma

TwitterFacebookPinterestInvia Email

Pubblicazione: 16 Maggio 2021 ore 18:00
Casino Recensione Visita
888Casino
888 Casino
20€ Gratis + Fino a 500€
Visita
Snai Casino
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
Visita
Betway Casino
Betway Casino
50 Giri + 500€
Visita
Leovegas Casino
Leovegas Casino
250 Giri + 1000€
Visita
GiocoDigitale Casino
Gioco Digitale Casino
370 Giri + 500€
Visita
Eurobet Casino
Eurobet Casino
30 Giri + 1005€
Visita
Bwin Casino
Bwin Casino
50 Giri + 200€
Visita
StarCasinò
StarCasinò
50 Giri + 200€
Visita
Big Casino
Big Casino
55€ Gratis + 300€
Visita
William Hill Casino
William Hill Casino
200 Giri + 1000€
Visita
Netbet Casino
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
Visita
Pokerstars Casino
Pokerstars Casino
500 Giri + 2500€
Visita
Betflag Casino
Betflag Casino
1000€ Gratis + 1000€
Visita
Casino.com
Casino.com
10€ Gratis + 500€
Visita
Unibet Casino
Unibet Casino
100% Fino a 300€
Visita

 

ADM Gioco Responsabile

Il Gioco è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza patologica

Gioca Responsabilmente