Cambia l’uso del Green Pass anche per le sale da gioco

con il super green pass cambiano le modalita di accesso nelle sale legali di gioco azzardo

Con i cambiamenti per l’accesso nelle diverse attività commerciali serve accorrere in aiuto degli esercenti anche per coloro che si occupano delle sale da gioco e dei casino migliori, che sono alle prese con la variazione della colorazione di alcune realtà territoriali e che, quindi, si pongono interrogativi sul super Green Pass e su quello “normale”. Sarà uno strumento senz’altro utile, ma dall’inizio della sua applicazione ci sono state tante discussioni con l’utenza anche se, piano piano, stavano diminuendo e gli assidui frequentatori del gioco si stavano abituando anche a questo. In ogni caso, per fortuna nulla di grave, solo un piccolo contraccolpo negli ingressi e qualche “mugugno”, anche se la certificazione verde sta seguendo l’iter della mascherina e del distanziamento. Ma ciò che è positivo, e che si sta comprendendo con sempre più larghezza di vedute, è che i vari Green Pass ci fanno circolare e così “ci fanno sentire più liberi e più normali” nel nostro quotidiano. Ma si sa che ogni novità, al momento, crea sempre qualche problemino!

D’altra parte, sia gli esercenti che l’utenza dei vari settori, sono sottoposti a corse per mettersi in regola, cosa che naturalmente non tocca di certo i refrattari al vaccino, ancora presenti, ma in misura apparentemente minore, od almeno si spera. Comunque, rispettando il pensiero di ciascuno, si vogliono elencare i cambiamenti che i frequentatori abituali dei punti di gioco d’azzardo devono applicare per poter accedere al loro intrattenimento ludico. Accessi che si spera aumentino seppur lentamente, ma con sempre maggiore consapevolezza che nelle sale da gioco si può entrare in tutta sicurezza, considerato che vi si applicano in modo attento e severo tutti i protocolli che la salute, decisamente importante, richiede. Dal 6 dicembre scorso, quindi, applicazione e richiesta anche del super Green Pass destinato a colorazioni diverse dalle zone ammantate dal “candido colore bianco”: così si vuole dare un panorama ludico proprio per l’adozione di altre colorazione diverse da quelle dove l’accesso è libero ovunque e dove non esiste alcuna restrizione se non quelle “basiche”.

Dunque il super Green Pass ha richiesto un aggiornamento delle Linee Guida per le attività effettuato dalla Conferenza delle Regioni, sempre tenendo presente che per accedere al mondo del gioco serve sempre, comunque e dovunque il Green Pass. L’ applicazione del Green Pass base viene richiesto, quindi, in “zona bianca ma anche in zona gialla”, mentre il super Green Pass viene richiesto per la “zona arancione”: in queste righe così si vuole fare chiarezza su alcune richieste pervenute proprio alla FIPE dai gestori di alcuni esercizi anche di scommesse sportive. Si cerca di essere esaurienti ed orientare verso la giusta applicazione dello strumento “salvavita per i negozianti” che proprio con la certificazione verde possono continuare a tenere i battenti aperti: cosa che rispetto allo scorso anno, dove le festività natalizie non hanno lasciato un bel ricordo certamente, è un enorme passo avanti sia psicologicamente che per gli introiti di qualsiasi settore, anche diverso dal gioco pubblico.

Dunque, si ribadisce per togliere qualsiasi dubbio ai gestori delle sale da gioco che in zona bianca o gialla l’accesso dei giocatori può avvenire con il Green Pass base: invece, in zona arancione, si prevede l’accesso soltanto con il super Green Pass, per maggiore sicurezza sia degli stessi giocatori presenti in sala che per i dipendenti e riguarda sia le sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò. In zona rossa non si può accedere alle attività di gioco, qualsiasi esse siano, perché in tale colorazione rimangono “sospese” ed attualmente non sono subentrate variazioni relative a questa specifica colorazione. Per fortuna ed almeno per il momento, sul nostro territori non si parla neppur lontanamente di riaprire “zone rosse” e si spera ciò non avvenga più, e naturalmente non soltanto per il gioco. Si aggiunge, poi, a completezza dei comportamenti da assumere da parte dei gestori che anche se l’attività di gioco è in zona bianca o gialla è sempre necessario mostrare il cartello con l’indicazione della capienza massima del locale, come confermato anche dalle nuove Linee Guida.

Ci sono altre precisazioni condividere con i gestori: la prima è rappresentata dal fatto che laddove si richieda il super Green Pass per l’accesso alle sale da gioco per l’utenza, attualmente non esiste l’obbligo che anche il gestore ne sia provvisto: ne consegue l’obbligo di avere il Green Pass soltanto base, destinato ai lavoratori del mondo dei giochi. Per effettuare, poi, la verifica del super Green Pass necessariamente serve essere in possesso della versione aggiornata dell’App VerificaC19 che può venire scaricata su App Store, Play Store ed App Gallery: servizio che consente di effettuare il controllo di entrambe le versioni della certificazione verde. I gestori delle sale da gioco, ma anche delle altre attività indipendentemente da quelle di questo settore, se non effettuano il controllo del Green Pass vanno incontro ad una sanzione piuttosto “salata” che varia tra i 400 ed i 1000 euro con un’altra sanzione accessoria relativa alla chiusura dell’attività da cinque a trenta giorni.

In caso di ripetute mancate osservanze relative ai controlli è prevista una sanzione pecuniaria doppia ed una sanzione accessoria applicabile nella misura massima, e quindi di trenta giorni di chiusura dell’esercizio. Nel caso di “mancato controllo” del Green Pass serve senz’altro ricordare poiché di grande importanza che potrebbe essere ipotizzata anche la ben più grave ipotesi di reato contro la salute pubblica. Finito di prendere nota con dovizia degli incombenti che i gestori del gioco e del poker devono tenere presente si può dire che il loro “lavoro” sin dall’accesso del cliente-giocatore è piuttosto impegnativo: ma onestamente anche per gli esercenti di altre attività. Ciò anche perché quando il cliente è nella location si devono eseguire tutti gli altri incombenti relativi alla gestione in generale del punto di gioco: e qui si spazia dalla sanificazione degli apparecchi, al controllo delle mascherine e pure del distanziamento. Insomma, si può dire che le attività commerciali, sopratutto in questo periodo di cambiamenti, non sono di tutta tranquillità e per quello che riguarda il gioco neppure poi tanto redditizie….


Ci Mettiamo la Faccia

Giornalista Vanessa Maggi

Vanessa Maggi

Giornalista

Gioco Sicuro e Legale

Firma

TwitterFacebookPinterestInvia Email

Pubblicazione: 31 Dicembre 2021 ore 18:00
Casino Recensione Visita
888Casino
888 Casino
20€ Gratis + Fino a 500€
Visita
Snai Casino
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
Visita
Betway Casino
Betway Casino
50 Giri + 500€
Visita
Leovegas Casino
Leovegas Casino
250 Giri + 1000€
Visita
GiocoDigitale Casino
Gioco Digitale Casino
370 Giri + 500€
Visita
Eurobet Casino
Eurobet Casino
30 Giri + 1005€
Visita
Bwin Casino
Bwin Casino
50 Giri + 200€
Visita
StarCasinò
StarCasinò
50 Giri + 200€
Visita
Big Casino
Big Casino
55€ Gratis + 300€
Visita
William Hill Casino
William Hill Casino
200 Giri + 1000€
Visita
Netbet Casino
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
Visita
Pokerstars Casino
Pokerstars Casino
500 Giri + 2500€
Visita
Betflag Casino
Betflag Casino
1000€ Gratis + 1000€
Visita
Casino.com
Casino.com
10€ Gratis + 500€
Visita
Unibet Casino
Unibet Casino
100% Fino a 300€
Visita

 

ADM Gioco Responsabile

Il Gioco è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza patologica

Gioca Responsabilmente