Il gioco d’azzardo deve diventare socialmente sostenibile

gioco azzardo socialmente sostenibile

Chi ci legge conosce la curiosità che ci spinge verso il mondo del gioco e dei migliori siti italiani di casino online, per come viene vissuto in altri Paesi ed in altre latitudini: curiosità che accresce quando si percepisce che in altre realtà si vuole far diventare il gioco d’azzardo “socialmente sostenibile”, garantito, sicuro ed all’avanguardia. In altri Stati il gioco, per quel che produce, è trattato con “rispetto” e si cerca di valorizzarne in qualsiasi modo la presenza sui vari territori. Il fine è certamente quello comune di circondarlo di sicurezza, cercando di sfrondarlo dalla possibile infiltrazione della criminalità che sempre vi si “abbraccia” e non solo nel nostro Paese: per far un esempio, anche altrove l’usura, oppure i prestiti “non autorizzati”, sono quel tentacolo della malavita che più si vuole avvicinare al gioco d’azzardo. Per questo motivo, si vuole dare un’occhiata a ciò che succede nella Melco, proprietaria di casinò, ed a ciò che la stessa adotta per combattere la criminalità che tenta di insinuarsi “nelle vicinanze” delle Case da Gioco.

É esattamente con questo scopo, infatti, che Melco Resorts and Entertainment Ltd ha annunciato che aggiornerà la sua tecnologia di riconoscimento facciale nelle sedi di Macao e Manila entro il corrente anno: l’informazione è contenuta nel bilancio di sostenibilità dello scorso anno, dove si rileva che Melco nel 2016 è arrivata a raggiungere il primo posto in Asia quale operatore impegnato nell’implementare i sistemi di sicurezza per il riconoscimento facciale, in tempo reale, ad ogni ingresso delle aree di gioco di Macao. E da quel momento ha inteso perfezionare questa tecnologia e si sta preparando ad installarne la nuova generazione sempre nelle sue proprietà sia di Macao che di Manila entro il 2019. La preoccupazione principale di Melco è quella di contrastare l’attività criminale che “gira” attorno ai Casinò: iniziativa lodevole che è stata accolta con favore dalla Polizia di Macao che vede così affiancarsi un ulteriore intervento per la sicurezza alle opere di controllo che la stessa continua ad effettuare sui territori.

L’aggiunta di telecamere e software di riconoscimento facciale, nelle operazioni di ingresso nei casinò delle città, dovrebbe in effetti scoraggiare le attività criminali nei “dintorni delle Case da Gioco” e questo contribuirebbe, senza dubbio, a combattere e contrastare anche iniziative illegali come il prestito non autorizzato e la conseguente usura. Il riconoscimento facciale consentirebbe di rilevare soggetti che sono stati “limitati nel gioco d’azzardo od addirittura esclusi dall’accesso” ai Casinò: tuttavia, dato che il riconoscimento ha sollevato problematiche per la privacy, Melco ha ben sottolineato che queste nuove tecnologie sono conformi ed in linea con i requisiti di rispetto dei dati personali. Questa “spiegazione” appare indispensabile, poiché in molte culture occidentali il software di riconoscimento facciale è stato appunto visto come una violazione della privacy individuale e, quindi, non accettato volentieri.

Considerato che l’iniziativa tecnologica di Melco sembrerebbe positiva, è anche da considerarsi un notevole passo avanti nel tentativo di questa struttura di far considerare i Casinò “un vicino di casa più amichevole” e, quindi, di farli “accettare” come una normale attività di gioco e non più come “una dubbia attività”. Infine, per proseguire nel cammino di un percorso sociale, Melco ha annunciato che avrebbe anche ridotto la quantità di inquinamento plastico che avrebbe creato. Ne discende l’obbiettivo di eliminare quasi tutti i rifiuti di plastica che possono inquinare: per arrivare a questo, ha firmato un accordo per rimuovere tutte le bottiglie di plastica monouso e per eliminare gli imballaggi con l’involucro di plastica entro la fine del 2020. Ma non è soltanto questo il percorso sociale che Melco vuole portare avanti: infatti, si è impegnata in diverse iniziative eco-compatibili come, per esempio, creare resort ad emissione zero, cercando di eliminare completamente le emissioni di anidride carbonica entro il 2030. Tutto ciò, ovviamente, fa parte di un piano molto più ampio: quello di far diventare l’azienda a “zero rifiuti”.

Ora che si è “dipinto questo quadretto con bellissimi colori” a rappresentazione dei Casinò di Macao e Manila si vorrebbe fare un raffronto con le nostre Case da Gioco tricolore: e tale confronto è evidente che risulti improponibile vuoi nella quantità (visto che le nostre sono soltanto “quasi” quattro) che, purtroppo, nella qualità. I nostri Casinò terrestri italiani, ormai, sono vecchi ed obsoleti e stanno rincorrendo piuttosto che l’avanguardia tecnologica… la sopravvivenza ed anche quello sta diventando un serio problema. E quando mai, eventualmente, una struttura di gioco italica si prenderebbe in carico di proseguire nello sviluppo di una propria organizzazione tecnologica con un programma a vasto raggio? Impossibile persino prenderlo in considerazione: figuriamoci poi applicarlo! Si vede proprio che in altri territori ed in altre realtà, il gioco d’azzardo riveste un “giro d’affari” così importante per il sociale che viene vissuto, gestito e studiato come qualcosa di estremamente positivo che va “curato” e non certo demonizzato o bistrattato come viene fatto nel nostro Paese.

Tecnologie avveniristiche assolutamente impensabili oltre tutto quando abbiamo una Casa da Gioco dichiarata fallita nella gestione da quasi un anno e della quale nessuno si occupa appieno, e dove il Governo Giallo-Verde non interviene per risolvere il problema “finanziario e pratico” di tutti i dipendenti che non prendono lo stipendio da mesi! Come si può pensare all’avanzamento della organizzazione tecnologica quando bisognerebbe affrontare un “semplice problema” di sostentamento delle famiglie coinvolte? Sono confronti veramente difficili da sostenere: eppure, il popolo italico non è composto da sprovveduti, da persone poco ingegnose o da soggetti che non vedono al di là del proprio naso. Non è propriamente così: l’italico popolo è pieno di menti ben sviluppate per il commercio e per la commercializzazione, manca solo la possibilità di intervenire nel mondo del gioco perché ancora non è regolamentato da una Legge Nazionale di cui non si ha ad oggi alcuna traccia, né alcun sentore. Altro che riconoscimento facciale per i visitatori… e non si vuole aggiungere altro proprio per non infierire ancora di più sul nostro attuale Esecutivo che continua ad annunciare un “cambiamento”, ma che lascia l’italico popolo ancora una volta “in braghe di tela”.

Maggio 8, 2019 Autore: : •
Sito Recensione Licenza Visita
888 casino logo
888 Casino
20€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
snai casino logo
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
starcasinò logo
StarCasinò
125 Giri + 1000€
legale aams
Visita
casino.com logo
Casino.com
10€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Betway Casino
100% Fino a 1000€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Eurobet Casino
5€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
betflag casino logo
Betflag Casino
30€ Gratis + 1.000€
legale aams
Visita
merkur win casino logo
Merkur Win Casino
15€ Gratis + 1.000€
legale aams
Visita
william hill casino logo
William Hill Casino
200 Giri + 100%
legale aams
Visita
betfair casino logo
Betfair Casino
25€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
leovegas casino logo
Leovegas Casino
Fino a 1000€
legale aams
Visita
gioco digitale casino logo
GiocoDigitale Casino
10€ Gratis + 200€
legale aams
Visita
voglia di vincere casino logo
Voglia di Vincere
10€ Gratis + 1200€
legale aams
Visita
unibet casino logo
Unibet Casino
100% Fino a 300€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
titanbet casino logo
Titanbet Casino
20€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
32red casino logo
32Red Casino
10€ Gratis + 160€
legale aams
Visita