Continuano i controlli sui centri di trasmissione dati

La procedura di “emersione” dei Centri di Trasmissione dati ha dato un buon risultato ed ha portato verso il circuito lecito ben 2.200 punti di raccolta: il totale stimato di queste attività era di oltre settemila punti irregolari e ci si domanda lecitamente che fine possano avere mai fatto i quasi 5000 Centri rimanenti ed è una domanda alla quale stanno cercando di rispondere i Monopoli.

L’Agenzia dei Monopoli di Stato stanno seguendo “da vicino” i punti che hanno aderito alla regolarizzazione fiscale mediante la Legge di Stabilità 2015 e stanno monitorando se sono stati dagli stessi messi in atto gli adempimenti richiesti applicando sanzioni dove vengano rilevate irregolarità.

Questo atteggiamento dei Monopoli è disceso dal fatto che vi sono state tante segnalazioni di esercizi che nonostante avessero accettato la “regolarizzazione”  non avessero adempiuto alla nuova disciplina, per esempio consentendo poste di gioco inferiori al limite minimo oppure vincite superiori al limite vigente. Sono atteggiamenti che non possono, naturalmente, passare inosservati all’Amministrazione che sulla raccolta intende essere assolutamente vigile e per questo motivo la Direzione Centrale Accertamento e Riscossione ha “suggerito” agli uffici regionali i punti di raccolta “meritevoli di attenzione” sollecitando un controllo immediato e tempestivo.

L’attività poi di ispezione da parte di ADM sulla rete di raccolta “nuova” svaria su tanti fronti ed i controlli proseguono anche attraverso una vera attività di intelligence e continua anche, e sopratutto, nei confronti dei punti vendita che non hanno aderito alla “sanatoria”: quelli illegolari, rimasti in attività, potrebbero essere forse meno di 3500.

novembre 30, 2015 by : • Nessun commento
Vanessa Maggi

More About

Caporedattore presso Casinoonlineaams.com

View Posts - Visit Website

Comments are closed.